Dubai, l’aviazione sostenibile è un’industria ricca di opportunità

In occasione della terza Conferenza sui carburanti alternativi per l’aviazione (Caaf) a Dubai, le principali compagnie aeree europee chiedono una risposta globale per accelerare la transizione verso carburanti più ecologici. Airlines for Europe (A4E) auspica che l’Icao stabilisca una visione globale di riduzione del 4-5% delle emissioni di CO2 derivanti dall’uso di Saf entro il 2030.

Il Caaf/3 prende il via proprio in concomitanza con l’entrata in vigore del regolamento Saf dell’Ue, noto come ReFuelEu. L’industria mondiale dovrebbe fissare obiettivi raggiungibili che promuovano l’uso del Saf e le compagnie aeree europee sono fiduciose che, con le giuste misure di supporto, i requisiti del regolamento dell’Ue potranno essere soddisfatti. I regolamenti globali rafforzeranno la credibilità degli impegni di sostenibilità del settore dell’aviazione e segnaleranno agli investitori che l’aviazione sostenibile è un’industria ricca di opportunità.

A4E chiede inoltre lo sviluppo di un quadro globale che contribuisca a stimolare la domanda e l’offerta di Saf. Il Caaf/3 dovrebbe fornire un tool kit che possa essere implementato dagli Stati e che riguardi le metodologie di contabilità per il Saf, il rafforzamento delle capacità e il miglioramento dell’accesso ai finanziamenti per il Saf.

Garantire un futuro sostenibile

“Impegnarsi per una transizione verso l’energia pulita – ha dichiarato Laurent Donceel, vicedirettore generale di A4E – è l’investimento del futuro del trasporto aereo. Il mondo si aspetta che l’industria dell’aviazione agisca per garantire di continuare a percorrere il cammino verso la sostenibilità. Il futuro dell’aviazione dipende dai carburanti sostenibili per l’aviazione (Saf) ed è fondamentale che l’incontro di Dubai produca un accordo globale per un’aviazione a zero emissioni, con obiettivi realistici per promuovere l’uso dei Saf. Gli investimenti globali nei Saf e la promozione della transizione energetica nel settore dell’aviazione creeranno una grande quantità di posti di lavoro e di crescita in tutto il mondo“.

“Tra il 2025 e il 2030 le compagnie aeree europee utilizzeranno fino a 9 milioni di tonnellate di Saf, risparmiando circa 30 milioni di tonnellate di CO2. Ciò equivale a togliere dalla strada 1,1 milioni di automobili ogni anno. L’Europa e gli Stati Uniti stanno accelerando la strada verso un futuro più sostenibile, quindi è fondamentale che il resto del mondo tenga il passo e realizzi un’industria dell’aviazione veramente a zero emissioni. Questa riunione del Caaf è l’occasione ideale per fissare questo obiettivo”, ha concluso Donceel.

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti