Finnair: ottime performance dall’Italia 

“L’Italia non ha mai venduto tanto come ora”. Parola di Javier Roig Sanchez, market director Europe di Finnair. Le mete più gettonate sono la Finlandia, seguita dal Giappone: “Non è ancora ai livelli del 2019, ma sta performando molto bene”. La compagnia serve il Paese del Sol Levante con un volo al giorno su Tokyo Haneda, 4 volte alla settimana Narita e tre alla settimana Osaka. A partire dal 30 maggio 2024 saranno operate, inoltre, due frequenze settimanali per Nagoya. “Siamo lieti di riprendere i collegamenti con Nagoya, destinazione verso la quale volavamo prima della pandemia. Operiamo già voli per Tokyo Haneda e Narita e per Osaka, e nella stagione estiva 2024 offriremo un totale di venti frequenze settimanali verso il Giappone – afferma Ole Orvér, chief commercial officer di Finnair -. Inoltre, avremo anche un’offerta leisure molto interessante verso le più popolari destinazioni turistiche per la stagione invernale 2024″, aggiunge Orvér.

La programmazione 2024

Nella stagione invernale 2024, il vettore inizierà infatti a programmare voli verso tre delle sue precedenti destinazioni charter: saranno operate due frequenze settimanali per Faro, in Portogallo, e per Lanzarote e per Fuerteventura nelle Isole Canarie. Verranno poi utilizzati aeromobili widebody su due popolari mete leisure: saranno introdotte tre frequenze settimanali aggiuntive per Dubai con l’aeromobile Airbus A330, mentre i voli per Las Palmas saranno operati con l’Airbus A350.
Infine la compagnia sta aggiungendo ulteriori voli verso Gran Bretagna e Irlanda per la prossima stagione invernale: Manchester, con cinque frequenze settimanali aggiuntive, mentre Dublino ed Edimburgo con due frequenze settimanali aggiuntive. Tutti questi voli saranno perfettamente in connessione con i collegamenti di Finnair per la Finlandia settentrionale, la Scandinavia e il Giappone. In Islanda, saranno invece aggiunte tre frequenze settimanali per Reykjavik.

 

L’Italia e Ndc

Per quanto riguarda il mercato italiano, che “si posiziona nella top ten europea – rammenta Roig Sanchez -, oltre ai due voli da Malpensa e Fiumicino, per l’estate ci saranno Venezia, Verona, Bologna e Napoli. Sul fronte strategia tariffaria e Ndc, “nel 2024 – anticipa il manager – toglieremo le Flex da Edifact. Chi vorrà un volo domestico, inoltre, potrà trovarlo su Ndc o su finnair.com. Il nostro obiettivo è uscire da Edifact nel 2025”. La compagnia sta spingendo, inoltre, per ampliare al bt il protocollo Ndc: “Siamo sulla lista per lavorare con le più importanti Tmc”.

Nicoletta Somma

Tags: ,

Potrebbe interessarti