Progettare bene un sito web trasforma i visitatori in clienti

Visitatori da traffico organico aumentati di oltre il 60% con un tempo di permanenza medio sulle pagine incrementato del 74%; un aumento del 90% delle richieste di informazioni arrivate direttamente dal sito con una crescita del 25% delle prenotazioni da parte di clienti provenienti dall’Est Europa. Sono i dati dei primi sei mesi dalla pubblicazione del nuovo sito del residence Serenissima di Bibione.

La struttura dedicata alle vacanze per famiglie si è affidata all’agenzia di digital marketing Spider 4 Web per rivedere la propria immagine online e ridefinire il posizionamento del proprio brand. In sei step (più due), l’agenzia ha rivisto grafica e reimpostato i contenuti, finalizzando l’intervento a trasformare i visitatori in clienti del residence.

Progettare un sito internet

“Un sito internet non si improvvisa: non è solamente una questione di impostazione grafica, ma deve essere pensato e progettato con cura, in stretta collaborazione con il cliente – sostiene Simone Perenzin, coo di Spider 4 Web -. Si parte dalle esigenze per approdare a un prodotto fruibile e immediato. È un lavoro che richiede l’intervento di diverse figure professionali, copywriter, seo specialist, grafici, Ux designer, front-end e back-end developer. L’apporto di ciascuna competenza permette di definire un sito che non è solamente una vetrina digitale, ma, oltre ad essere trovato facilmente sui motori di ricerca, deve proporre un’esperienza da vivere, facendo leva sull’unicità della proposta”.

I sei passaggi

Il lavoro fatto da Spider 4 Web si è sviluppato in sei passaggi. Innanzitutto, l’analisi dell’esistente. Il Serenissima è una struttura ricettiva con 31 anni alle spalle, a gestione familiare – alla guida vi è la seconda generazione – con una clientela prevalentemente italiana, tedescofona e proveniente dall’Est Europa.

“È quindi una struttura con una storia, con uno specifico approccio e una specifica clientela. Partendo dall’ecosistema digitale, siamo andati a ricalibrare il posizionamento del brand, delineando target, valori e tono di voce. Tutto è stato sviluppato partendo da questionari ad hoc che il residence ha somministrato ai suoi clienti e da analisi di mercato per comprendere meglio le esigenze turistiche di quello specifico pubblico. Partendo da queste basi, abbiamo delineato una strategia che ha definito gli obiettivi, le tipologie di contenuti e il nuovo ecosistema digitale sul quale andare a declinare la strategia: sito, blog, newsletter, dem, social, digital pr, adv”.

Definiti gli obiettivi e le linee guida, il lavoro si è concentrato sull’architettura del sito. “Il secondo step è stato un processo che ha previsto il lavoro sinergico di diversi reparti e figure: project manager, seo specialist, strategist, copywriter, ui designer e ux designer. Nel definire l’alberatura del sito sono state tenute in considerazione le logiche di posizionamento seo, il tipo di narrazione e storytelling e le logiche di navigazione così da spingere l’utente alla scoperta del residence e dei suoi servizi, ma soprattutto al contatto”.

Terzo passaggio, lo sviluppo di un’alberatura che rispondesse a logiche seo. “Per ogni pagina del sito sono state identificate le keyword più interessanti sulle quali cercare di posizionarsi, producendo un documento di espansione semantica che è stato la base di partenza per la struttura dei contenuti”. Quarto, lo sviluppo dei contenuti: “Per questo passaggio è stato composto un wireframe che identificava i macrocontenuti di ogni pagina. Quindi si è arrivati alla scrittura di testi conversion oriented ottimizzati seo”.

Quinto: la messa a terra grafica con attenzione particolare al rendere facile il passaggio tra una pagina e l’altra senza interrompere la navigazione e sesto: l’implementazione della piattaforma di prenotazione e pagamento, il tutto in diverse lingue. “Dopo aver impostato tutti i tracciamenti per misurarne esattamente le performance, siamo andati online – prosegue Perenzin -. Accanto al sito è stato definito anche l’arcipelago delle reti di comunicazione: social, blog, newsletter e dem. Il lavoro di guida e coordinamento ci ha permesso di fornire suggerimenti e indicazioni sul miglior modo di proporre i diversi messaggi su ciascun canale di comunicazione”.

Dalla fase di controllo sono emersi un aumento delle visite totali provenienti da motori di ricerca da parte di pubblico sconosciuto fino ad allora al Serenissima, un aumento del tempo medio in pagina (arrivando a una media di due minuti e mezzo) e una netta diminuzione della frequenza di rimbalzo.

La priorità e i risultati

Risultati in linea con le esigenze del Serenissima: “La nostra priorità fondamentale era il riposizionamento sul web a vari livelli – commenta Serena Prataviera, proprietaria del residence -. Il team di Spider 4 Web è stato da subito propositivo e ciò che ci ha colpito di più è stata l’organizzazione step by step del progetto. Stiamo raggiungendo in breve tempo i nostri obiettivi. Infatti, abbiamo riscontrato fin da subito buoni risultati: le visite al sito sono aumentate del 64% rispetto all’anno precedente e il tempo di permanenza medio sulle pagine è aumentato del 74%. Abbiamo inoltre riscontrato un incremento del 90% delle richieste di informazioni dal sito web, un risultato per noi molto importante. In aggiunta sono aumentate fino al 25% le prenotazioni da parte di clienti provenienti dai Paesi dell’Est Europa e questo ci ha permesso di ampliare il numero di clienti e i Paesi di riferimento per il nostro residence”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato