Il lancio di Discover Vietnam, in attesa del nuovo diretto

Un tram brandizzato, con gli scorci più colorati e suggestivi della destinazione, attraverserà le strade di Milano per tutto il mese di dicembre. Questa è soltanto una delle iniziative dalla campagna di promozione “Discover Vietnam” focalizzata sul mercato italiano e, in particolare, sul capoluogo lombardo i cui aeroporti potrebbero giocare un ruolo chiave nell’incremento dei collegamenti tra i due Paesi.

“Rotte aggiuntive costituirebbero un ulteriore tassello nello stretto rapporto che lega queste due nazioni che quest’anno celebrano mezzo secolo di relazione diplomatiche e dieci anni di partenariato strategico. -ha commentato Nguyen Minh Hang, vice ministro degli esteri– Con una popolazione di oltre 100 milioni di abitanti, e uno spiccato interesse per tutto quello che rappresenta il Made in Italy, nuovi collegamenti aerei potrebbero costituire una nuova forza motrice per la collaborazione tra Italia e Vietnam”.

Una relazione che “ha la necessità di essere sviluppata anche in termini di collegamenti. -ribadisce Andrea Tucci, vice presidente di Sea Milan Airports– Dal 2015 fino alla periodo pre pandemico, la crescita del traffico è stata continua e costante con un tasso medio del 15.7% e quest’anno segna già un pieno recupero dei flussi. Il Vietnam è il Paese, dell’area del Far East, che segna la maggiore crescita di traffico soprattutto sull’area di Milano (si concentra ben il 50%) e proprio per questo motivo è inevitabile pensare a un nuovo collegamento diretto in futuro”.

L’Italia, anche in termini di outbound, rappresenta un mercato fondamentale e “proprio in quest’ottica auspichiamo che una nuova rotta diventi realtà già il prossimo anno. -conclude Nguyèn Tiến Hoàng, direttore generale Europa di Vietnam Airlines– Per raggiungere questo obiettivo abbiamo intrapreso una stretta collaborazione con Sea e i principali tour operator italiani”.

Sveva Faldella

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti