Bus turistici a Roma: Fiavet Lazio preoccupata, vuole fare chiarezza

Il presidente di Fiavet Lazio, Stefano Corbari, porta l’attenzione sul tema dei bus turistici nella Capitale. L’occasione, come lui stesso dice in una nota, viene da ciò che ha avuto modo di leggere su alcune testate giornalistiche, da cui ha appreso che “l’amministrazione del sindaco Gualtieri sarebbe intenzionata a cancellare alcune aree di sosta breve dei pullman turistici nell’area del Lungotevere, ad esempio, ma non solo, quella di Piazza dei Tribunali (l’unica che si può attualmente utilizzare per far raggiungere ai turisti a piedi il centro) – dichiara Corbari -. Spero veramente che questa notizia sia priva di fondamento perché sarebbe un ulteriore grave colpo al turismo organizzato nella nostra città”.

Modifiche al piano pullman

Il presidente della Fiavet regionale sottolinea che, “già da tempo è stata soppressa l’area di sosta breve Lungotevere Marzio (comunemente conosciuta come Zanardelli) riversando tutte le richieste su Piazza dei Tribunali. L’apertura ad eventuali modifiche del Piano pullman, che l’assessore Patané aveva prospettato all’inizio del suo mandato, non ha avuto alcuno sviluppo pratico dopo i primi incontri e le nostre proposte unitarie presentate dopo le sollecitazioni dell’assessore stesso. Sembra ora che, invece di venire incontro alle nostre richieste per favorire una possibile modifica operativa, l’amministrazione del sindaco Gualtieri voglia ancora più affossare il turismo organizzato già penalizzato da aumenti delle tasse di soggiorno, costi dei servizi, disagi del traffico ecc.”, dice Corbari.

La richiesta

Il passo successivo è il seguente: “Ho chiesto un urgente incontro al sindaco per conoscere la reale situazione in essere e per poterci confrontare sul tema – conclude Corbari -. Tutte le aziende che si occupano di turismo ricettivo e che la mia associazione rappresenta sono molto preoccupate per le notizie che sono state pubblicate”.

Tags:

Potrebbe interessarti