Michele Serra e il segreto della “alleanza di imprese”

Si è svolta ieri a Venezia l’assemblea programmatica del Quality Group, “con lo scopo di gettare le fondamenta dello sviluppo strategico del nostro consorzio per gli anni a venire”, ad annunciarlo in un post su Linkedin è Michele Serra, presidente Quality Group.

Il valore di essere una alleanza di imprese

Nel suo post Serra si sofferma sul concetto o forse sarebbe meglio dire sulla filosofia che è alla base del consorzio, sul suo valore, ma anche su quello che è il segreto che tiene unite più realtà diverse.

Come scrive il manager “siamo entrati nel 25° anno di vita e ci è venuta la voglia di guardare lontano. Che valore ha un’impresa fatta da… un’alleanza di imprese che lavorano quotidianamente fianco a fianco, scambiandosi idee, innovazioni, specializzazioni? Incalcolabile”, sottolinea il manager.

“Qual è il vantaggio della condivisione di soldi, risorse, investimenti fra aziende che normalmente dovrebbero essere concorrenti? – si domanda ancora Serra -. Abissale. Questi valori in Italia non sono nuovi e hanno rappresentato per secoli un vantaggio competitivo invidiatoci da tutto il mondo, dalle confraternite ai distretti.

Il problema, paradossalmente, è che per tenere insieme degli imprenditori ci vanno ragioni che non siano semplicemente economiche ma, più profondamente, culturali: devono pescare in una sensibilità per l’umano, in un gusto per il lavoro fatto ‘ad arte’, in una gratuità di fondo che non si accartocci esclusivamente sul proprio interesse.

È per questo che oggi è così raro trovare esperienze di condivisione reale – sostiene il manager – e duratura fra aziende diverse, capaci di integrarsi armonicamente in un progetto comune. Così raro che, quando le vedi, non puoi che stupirti. Anche se ne sei uno dei protagonisti da 25 anni”, conclude Serra.

Tags: ,

Potrebbe interessarti