Stars be Original al passo con la generazione Z

Stars be Original, società che si occupa di recruiting per i più importanti tour operator italiani, ha compiuto 10 anni e li ha celebrati a Milano nell’ambito di una grande festa che è stata anche un’occasione per ripercorrerne la storia e gli obiettivi, ribadendo che si continuerà a puntare sulla formazione, adattandosi di volta in volta alle nuove esigenze che cambiano sempre più velocemente. Non solo formazione ma anche informazione, introducendo temi di natura ambientale che mirano a far capire, soprattutto alla generazione Z, di cosa c’è bisogno per un approccio professionale a trecentosessanta gradi.

I commenti
“Il mondo ci sta a cuore, e quello dei nostri bambini e ragazzi ancora di più – spiega il socio fondatore Andrea Skizzo Mulargia -. Da questa premessa nasce un lavoro importante che darà vita ad una collana di libri illustrati dedicati all’infanzia in cui questi temi verranno veicolati da personaggi creati ad hoc. Il primo volume è dedicato al “Cestiguro”, un canguro che si trasforma in cestiguro perché – attraverso il suo marsupio che funge da cestino – aiuta a pulire il mondo”. Un altro aspetto molto importante sul quale la società lavora è quello del “benessere” mentale.

L’animatore oggi è un professionista a tutti gli effetti, a cui si chiede il massimo rendimento, pertanto deve essere tutelato anche da un punto di vista umano e psicologico, dal momento che il suo ruolo lo porta a stare con i turisti molte ore al giorno regalando buon umore e intrattenimento – precisa la responsabile delle risorse umane Elena Usilla – E’ assolutamente fisiologico che ci siano momenti in cui si ha bisogno di fermarsi e parlare con qualcuno per questo durante gli eventi formativi viene dedicato un ampio spazio di condivisione con il supporto di psicologi professionisti che supportano l’attività”.

L’estate

L’estate 2023 ha registrato ottimi risultati, i ragazzi selezionati e inseriti nei vari villaggi sono stati piu di 700 e hanno dimostrato di essere in grado di mettere in campo quelle competenze che vengono trasmesse loro durante le ‘Factory‘, le giornate dedicate alla formazione che sono una full immersion in quelle che saranno le attività da svolgere una volta che si entrerà a lavorare in una struttura ricettiva.

“Il mestiere dell’animatore ha attraversato delle evoluzioni negli anni – spiega il socio fondatore Manuel Ricci -, ma di base rimane un lavoro strettamente legato alla sfera emotiva, è impossibile lavorare in un villaggio senza avere umanità e cuore. Diventare delle ‘stars’ è l’animazione del futuro. L’intelligenza artificiale potrà essere un riflettore luminoso, ma la vera luce è e sarà l’essenza umana che connetterà sempre le persone. Per Stars l’essere umano è al centro dell’ecosistema. La vera sfida è conferire la professionalità che questa attività merita le venga riconosciuta, per questo lavoriamo costantemente sull’evoluzione del ruolo dell’animatore che oggi vede anche specializzazioni come creator, videomaker, explorer per creare percorsi di carriera da nomadi digitali, in linea con le richieste della generazione Z”. La tecnologia diventa quindi un elemento centrale anche nella gestione della professione dell’animatore con la possibilità di avere uno sguardo sempre attendo ai profili social – in costante crescita – di Stars be Original, ma soprattutto permette un lavoro costante con la community con 70mila profili  grazie al supporto di un community manager di sede che si dedica quotidianamente a questo tipo di attività.

Tags:

Potrebbe interessarti