Numeri in crescita e sostenibilità: Fto sensibilizza sul ruolo della filiera

“I numeri in grande crescita del turismo italiano devono spingerci a raccogliere al meglio la sfida di contemperare l’espansione del settore con la sostenibilità economica, sociale e ambientale. Su questo fronte la filiera del turismo organizzato è l’alleato migliore del sistema Paese”. E’ il pensiero espresso di Franco Gattinoni, presidente di Fto.

Il lavoro delle adv

Il manager porta l’attenzione su un caso ben preciso e cioè quello del “ticket di ingresso a Venezia“, osservando: “Noi orientiamo i flussi verso nuove destinazioni meno conosciute e contribuiamo alla destagionalizzazione. Facciamo leva sulla programmazione e vendiamo il prodotto Italia in tutto il mondo, intercettando in anticipo i trend globali di mercato. Contro l’overtourism e il mordi e fuggi le agenzie di viaggio lavorano per alzare le permanenze e per favorire i big spender, dunque a beneficio delle qualità”.

Non discriminare i bus turistici

A fronte di ciò la richiesta è “di non discriminare le aziende di bus turistici che alleggeriscono il traffico dei mezzi privati. Bisogna consentire loro una corretta operatività attraverso una regolazione chiara e stabile degli accessi e dei transiti nelle località turistiche. E sempre in tema di gestione dei gruppi – aggiunge il presidente Fto – stiamo lavorando con le istituzioni di riferimento per una semplificazione delle procedure di affidamento dei viaggi di istruzione che generano flussi costanti fuori dai periodi di picco”.

Il valore dell’outgoing

Gattinoni aggiunge, poi, un altro tema, ricordando che “il turismo è bidirezionale e contano molto anche i movimenti degli italiani che vanno fuori. Secondo i dati Iata, ad esempio, l’outbound extra Ue è stato pari al 47% nel 2019 ed è al 46% nel 2023, dunque vicino alla parità con l’inbound. I viaggi all’estero incidono sulla sostenibilità delle tratte aeree e non è trascurabile la spesa dei connazionali prima di partire, basti pensare allo shopping dedicato e alla fruizione dei servizi aeroportuali. Ecco perché chiediamo sempre la giusta considerazione: il turismo organizzato è in grado di esaltare i lati positivi della crescita del comparto, riducendo inconvenienti ed esternalità negative”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti