Cop28-Enac: “Visione condivisa per la decarbonizzazione”

“Condividere l’obiettivo di un’aviazione green per la decarbonizzazione del comparto e per la tutela del pianeta, secondo il principio No Country Left Behind”. Così il presidente Enac, Pierluigi Di Palma intervenendo al side event organizzato da Aeroporti di Roma e Eni a Dubai, nell’ambito dei lavori COP28, ospitato nel Padiglione Italia.

L’Italia maggior produttore nel 2030

“Come emerso anche nella recente Conferenza Caaf/3 dell’Icao, il modo migliore – ha continuato il presidente – per perseguire il nostro obiettivo è investire in carburanti sostenibili per l’aviazione, i cosiddetti Saf e, soprattutto, carburanti a basse emissioni di carbonio (Lcaf). A questo proposito l’Italia, con Eni, investirà nella produzione di Sustainable Aviation Fuels per diventare il maggior produttore nel 2030 – ha affermato -. I Saf potrebbero essere utilizzati già oggi, data la loro compatibilità con gli aerei in servizio e la tecnologia di combustione dei motori prevalente. Anche se può sembrare eufemistico, se vogliamo raggiungere l’obiettivo emissioni nette zero, dobbiamo agire ora. Questo è il futuro, una nuova mobilità aerea verso la reale riconciliazione con l’ambiente, considerato che il trasporto aereo non è solo un business importante, ma è anche un ponte tra diverse realtà, culture in nome della pace tra i popoli”.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti