Santanchè: “Dati Confcommercio confermano la centralità del turismo”

Agosto e settembre sono il bimestre migliore di tutti i tempi per presenze turistiche. Non lo dico io e nemmeno il ministero del Turismo, ma è Confcommercio a diffondere questo dato insieme ai numeri di un’economia italiana in ottima salute e dagli ampi margini di crescita durante il periodo natalizio, con le tredicesime e l’aumento di posti stabili nel mondo del lavoro – di cui, ricordo, il turismo rappresenta circa il 20%”. Commenta così il ministro del Turismo Daniela Santanchè i dati di Confcommercio sull’andamento dell’economia italiana. “Parliamo di un comparto dinamico e vitale, sempre più centrale per la nostra economia – prosegue il ministro – e che impatta in maniera importante sulla dimensione sociale e culturale dell’Italia. Lo abbiamo ribadito nel corso del primo Forum internazionale del turismo, a Baveno: è un settore che, direttamente e indirettamente, vale il 13% del Pil con un moltiplicatore di 2,5 e che crea oltre 3 milioni di posti di lavoro, dimostrandosi altamente strategico per il presente e il futuro della nazione, come d’altronde ha sottolineato da Baveno lo stesso presidente del Consiglio – evidenziando come in passato esso sia stato troppo spesso trascurato, quando non snobbato. Un errore strategicamente imperdonabile, che l’attuale governo non ha intenzione di ripetere, mettendo piuttosto il turismo al centro dell’agenda politica e degli investimenti orientati alla sua giusta valorizzazione”.

Tags:

Potrebbe interessarti