Air Transat, joint venture con Porter per crescere sul medio e lungo raggio

Una joint venture che ampia l’accordo di codeshare già in essere. L’hanno annunciata Air Transat e Porter Airlines: in virtù dell’accordo, dagli aeroporti di Toronto Pearson e Montreal Trudeau aumenteranno i servizi tra Nord, Centro e Sud America, Europa, Nord Africa, Messico e Caraibi.

Questa strategia, che sarà attuata gradualmente nell’arco del 2024, mira ad accelerare l’espansione di entrambe le compagnie aeree nei rispettivi mercati: nazionale e transfrontaliero a corto e medio raggio per Porter, e internazionale a medio e lungo raggio per Air Transat.

“Questo storico accordo costituisce un significativo passo avanti nell’esecuzione del piano strategico di Transat e un’importante pietra miliare nello sviluppo di una rete competitiva più sostenibile – ha dichiarato Annick Guérard, presidente e amministratore delegato di Transat -. Siamo lieti di estendere ulteriormente la nostra collaborazione con Porter, un partner che condivide il nostro approccio e i nostri valori fondati sull’attenzione verso il cliente. Attraverso questa alleanza, accelereremo l’espansione della nostra impronta transatlantica permettendoci di sfruttare il mercato interno servito da Porter, consentendo un uso più efficiente della nostra flotta”.

“Porter sta vivendo una significativa espansione che sarà amplificata da questa alleanza – ha detto Michael Deluce, presidente e ceo di Porter -. Con il flusso di passeggeri su entrambi i vettori Porter sarà in grado di sviluppare una rete più ampia aumentando le frequenze sulle principali rotte nazionali e transfrontaliere, entrando in nuovi mercati con minore traffico point-to- point. Attualmente continuiamo a ricevere la consegna di 100 nuovi aeromobili Embraer E195-E2, ma le nostre azioni per implementare la flotta saranno ancora più rafforzate sulla base di questa collaborazione con Air Transat”.

Tags: ,

Potrebbe interessarti