Business travel verso il nuovo costo del viaggio

I costi dei viaggi d’affari a livello globale sono destinati a salire fino al 2024, anche se a un ritmo più blando rispetto agli aumenti eccezionalmente elevati registrati nel 2022. A dirlo, il Global Business Travel Forecast 2024, pubblicato da Cwt e dalla Global Business Travel Association (Gbta) e tema centrale di un recente webinar del chapter italiano dell’associazione sul viaggio di lavoro.

Non senza fluttuazioni

Secondo Patrick Andersen, chief executive officer di Cwt, “i prezzi sembrano avviarsi verso una stabilizzazione, con aumenti molto più contenuti previsti nei prossimi 12-18 mesi. Potremmo essere di fronte al vero nuovo costo del viaggio. Il nostro obiettivo rimane quello di aiutare i nostri clienti a trovare le strategie e le soluzioni giuste per ottenere il massimo dai loro budget di viaggio, rispettare i loro impegni Esg e massimizzare il Roi delle loro spese di viaggio.”

“L’aumento dei costi e le pressioni sui prezzi – spiega Suzanne Neufang, chief executive officer Gbta – continueranno a essere un fattore significativo per i viaggi d’affari nel prossimo futuro. E potremmo continuare ad assistere a diverse fluttuazioni dei prezzi tra i diversi settori industriali, i settori di attività e le regioni globali. Mentre i viaggi d’affari continuano la ripresa, si ricercherà un equilibrio tra domanda, costi e obiettivi Esg“.

I trasporti

Il prezzo medio globale del biglietto (average ticket price) per viaggi d’affari è aumentato del 72,2% su base annua fino a 749 dollari nel 2022, superando di gran lunga i livelli del 2019 (670 dollari). Sebbene la domanda abbia registrato una forte ripresa, la capacità delle compagnie aeree continua a essere in parte limitata e, in prospettiva, la crescita dell’Atp sarà pari al 2,3% nel 2023 e all’1,8% nel 2024, pur partendo da una base già elevata. Tuttavia, molti buyer hanno ora una minore leva per negoziare con le compagnie aeree, poiché i loro volumi di viaggio rimangono al di sotto dei livelli pre-pandemia.

Nel 2022, con 855 dollari, l’Emea ha registrato il più alto Atp rispetto al resto del mondo (+31,5% vs 2021). Per il futuro si prevedono aumenti di prezzo più modesti: 2,9% quest’anno e 2,2% nel 2024.

In termini di crescita su base annua, l’Atp nell’area Asia-Pacifico è aumentato del 148,7% su base annua nel 2022 – raggiungendo i 567 dollari – nonostante la mancanza di domanda di viaggi internazionali da parte della Cina. Poiché le compagnie aeree della regione – in particolare i principali vettori cinesi – continuano ad aggiungere capacità di rotte internazionali, l’aumento dell’offerta dovrebbe contribuire ad allentare le pressioni sui prezzi, con un aumento delle tariffe aeree medie previsto per il 4,8% nel 2023 e del 2,7% nel 2024.

L’hospitality

La tariffa media giornaliera (average daily rate) globale per le prenotazioni alberghiere ha superato le previsioni, aumentando del 29,8% su base annua fino a 161 dollari nel 2022. Con un numero inferiore di strutture con cui competere, gli hotel possono mantenere i prezzi, anche se l’aumento dell’Adr sta rallentando. Si prevede che, a fine anno, sarà aumentata di un ulteriore 4,3% (168 dollari) e salirà ancora del 3,6% (174 dollari) nel 2024.

Il Nord America ha registrato la più alta crescita di Adr in assoluto, con un aumento del 33,8% su base annua (174 dollari). L’occupazione crescerà a un ritmo più lento nel 2024 a causa delle preoccupazioni economiche (Adr +4% 2023; +3,3%, 187 dollari, 2024).

Anche in America Latina l’Adr è aumentata bruscamente (+26,9% 2022), quando diversi Paesi hanno registrato un’inflazione a due cifre. Gli analisti prevedono di chiudere il 2023 con +9,1% e con +5,6% nel 2024.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti