Sita: i taxi aerei e l’Ai generativa fattore di traino nei viaggi

L’emergere dell’Ia generativa nel 2023 ha fatto salire questa tecnologia in cima alle agende di aeroporti e compagnie aeree, con il 97% dei vettori che sta pianificando dei progetti per svilupparla ulteriormente. Un trend così forte da rubare completamente la scena al metaverso, ovvero quello che nel 2022 era emerso come principale focus per gli operatori del settore. Allo stesso modo, la mobilità aerea urbana  è sempre più di interesse per compagnie aeree e aeroporti, con i primi voli dei taxi aerei elettrici previsti per il 2024. Di conseguenza, si stima che gli investimenti in questo settore da parte di tutti i soggetti interessati (compresi produttori, infrastrutture e sistemi) cresceranno da 5 miliardi di dollari nel 2022 a 28 miliardi di dollari nel 2030.

Questi sono alcuni dei risultati chiave del rapporto aggiornato di Sita “Meet the Megatrends, che mostra l’evoluzione dell’innovazione nel settore dei viaggi. Il rapporto Sita esamina le 12 tendenze nel campo della tecnologia, della società, dei viaggiatori e dell’economia che modificheranno in modo significativo il panorama dei viaggi entro il 2033.

Mentre alcuni dei megatrend identificati nel 2022 hanno registrato una rapida crescita nell’ultimo anno, altri hanno continuato a svilupparsi, tra cui il viaggio digitale grazie all’ascesa delle identità digitali. Secondo il 2023 Air Transport It Insights di Sita, entro la fine del 2026, l’82% delle compagnie aeree utilizzerà tecnologie biometriche per l’identità digitale per l’imbarco sugli aerei, un ulteriore 67% ha confermato l’utilizzo di tecnologie touchless e il 50% ha dichiarato di voler puntare sui token singoli.

 

Sergio Colella, presidente Europa di Sita, ha dichiarato: “È un momento entusiasmante per i viaggi, con le nuove tecnologie che trasformano il nostro settore a ritmi mai visti prima. L’intelligenza artificiale ne è un esempio fondamentale, ma è incoraggiante vedere che anche altre innovazioni come la mobilità aerea urbana, il viaggio digitale e il viaggio intermodale stanno prendendo piede. In Sita abbiamo coltivato un approccio più aperto all’innovazione, insieme ai nostri clienti e alle associazioni di settore, per testare diverse soluzioni per risolvere problemi difficili in modo agile. Il nostro obiettivo è stato quello di collaborare con gli esperti laddove vediamo una grande opportunità, sfruttare l’immaginazione e il talento dei nostri dipendenti in tutta l’organizzazione, e approfondire i modelli iper-efficienti per convalidare le idee e coltivarle attraverso il ciclo di sviluppo”.

L’ascesa fulminea dell’Ia generativa nel 2023

I nuovi dati del 2023 It Insights di Sita mostrano che l’86% delle compagnie aeree sta collaborando con partner innovativi per fare dei progressi nell’Ia, nell’apprendimento automatico e nella computer vision. Il 39% di questi è già stato implementato, mentre un altro 47% ha confermato di avere dei piani entro la fine del 2026. Solo il 3% delle compagnie aeree ha dichiarato di non avere intenzione di investire in tecnologie dell’Ia. In confronto, il 97% ha confermato importanti programmi e attività di ricerca e sviluppo. Per quanto riguarda gli aeroporti, il 16% utilizza già l’Ia e il machine learning per migliorare il processo decisionale, mentre un altro 51% ha confermato l’intenzione di implementare tali soluzioni entro la fine del 2026.

L’evoluzione rapida dei taxi aerei

L’aumento della domanda di rotte a corto raggio, i progressi nelle batterie e nei sistemi di propulsione elettrica così come i crescenti sforzi per ridurre l’impronta di carbonio e i costi operativi dell’aviazione, hanno contribuito alla crescita impressionante della mobilità aerea urbana nel 2023. A Parigi sarà presto possibile prendere il volo anziché la strada: un servizio di taxi aerei elettrici è in fase di progettazione e potrebbe essere lanciato durante i Giochi Olimpici del 2024.

Le compagnie aeree mostrano un crescente interesse per la mobilità aerea urbana, con il 32% che conferma importanti programmi e attività di ricerca e sviluppo nei servizi e nelle infrastrutture di questa nuova mobilità. Il 33% dei vettori investe in tecnologie di integrazione Vtol per le operazioni di volo. I servizi e le infrastrutture della mobilità aerea urbana stanno decollando per gli aeroporti, con il 32% che conferma programmi e attività di R&S su questo fronte. Inoltre, il 57% degli scali ha confermato progetti e piani di ricerca e sviluppo per l’integrazione dei sistemi di trasporto intermodale per la condivisione dei dati, mentre il 26% ha investito in tecnologie per l’integrazione Vtol.

Il rapporto è stato guidato dal team di innovazione del Sita Lab e si basa su intuizioni provenienti da tutto il settore dei trasporti, sulla ricerca globale di Sita e sulle ultime proof of concept all’avanguardia per identificare i cambiamenti più potenti che guideranno l’evoluzione del settore dei viaggi entro il 2033.

 

Tags:

Potrebbe interessarti