Shopping tourism: 2,1 milioni di turisti hanno scelto l’Italia nel 2023

Non si arresta la crescita dello shopping tourism in Italia. Secondo gli ultimi dati di Risposte Turismo presentati oggi in apertura della sesta edizione di Shopping Tourism – il forum italiano, nel 2025 il numero di outlet village e department store attivi nel nostro Paese sfiorerà quota 100 – 28 outlet village e 71 department store -, rendendo l’Italia sempre più centrale nella geografia delle destinazioni scelte dai turisti, stranieri e non, desiderosi di trascorrere una vacanza all’insegna dello shopping. 

Dall’analisi effettuata da Risposte Turismo emerge come dal 2003 ad oggi siano entrati in attività oltre 24 nuovi outlet village (in media, più di un’apertura all’anno), per una superficie commerciale totale che, quest’anno, ha raggiunto circa 725mila mq. Nel 2024 è previsto l’inizio dei lavori di restyling di un centro a Roma e nel 2025 una nuova apertura in Sardegna. 

Le vie dello shopping

Con riferimento alle vie dello shopping, via Montenapoleone a Milano sale quest’anno al secondo posto nella classifica mondiale per valore retail per metro quadro (18mila euro, +31% sul 2019, fonte: Main streets across the World, Cushman&Wakefield, 2023).

Per quanto riguarda, invece, i flussi 2023 di shopping tourist in Italia, secondo Risposte Turismo sono 2,1 milioni i turisti che hanno scelto quest’anno il nostro Paese per una vacanza all’insegna dello shopping, +7% sul 2019.

Il focus Usa

In merito al mercato statunitense, sul quale quest’anno si è concentrata l’attenzione di Risposte Turismo, l’analisi effettuata mostra come siano sempre Roma, Milano, Napoli, Venezia e Firenze le città che – in quest’ordine – tale segmento della domanda associa allo shopping, considerandole destinazioni adatte per svolgere questa attività. Per quanto riguarda altri centri di minori dimensioni, l’indagine ha evidenziato come Bologna e Genova abbiano registrato punteggi superiori ad altre località quali Taormina, Cortina e Capri. 

Complessivamente (shopping tourist e non) l’indagine fa emergere come il 91% degli statunitensi in viaggio in Italia non rinuncerebbe all’acquisto di prodotti italiani: su tutti la gastronomia, al 53% tra la tipologia di prodotto che gli americani acquisterebbero ”assolutamente” seguita dagli articoli di moda. 

Sempre nell’ambito di questo focus Usa, con riferimento alla motivazione che spinge i turisti statunitensi a viaggiare, il 34% del campione afferma di aver viaggiato in più occasioni con l’intento di fare acquisiti, percentuale che sale al 47% considerando tutti coloro che lo hanno fatto almeno una volta. L’indagine, infine, evidenzia come la spesa media giornaliera dei turisti statunitensi in shopping si attesti a 110 euro. 

Anche tra gli statunitensi che non hanno mai viaggiato per shopping, il 16% ha dichiarato che esso conta comunque molto o abbastanza tra le attività accessorie da svolgere quando viaggia.  

Shopping Tourism – il forum Italiano 2023, è ideato e organizzato da Risposte Turismo in partnership con Enit, che sarà partner anche per le prossime due edizioni dell’evento. Main sponsor di questa edizione sono Global Blue e Mastercard. Il forum, realizzato quest’anno in collaborazione con il Sistema Confcommercio, ha ottenuto il patrocinio del ministero del Turismo, di Roma Capitale e di Roma&Lazio Convention Bureau. 

Durante la mattinata di lavori è stata presentata la prossima edizione. L’evento tornerà a Milano il prossimo 23 febbraio con appuntamenti di confronto e dibattito sui trend e sul futuro dello shopping tourism nel nostro Paese. 

Tags:

Potrebbe interessarti