Welfare: da Bluvacanze nuovo prodotto in adv con l’accordo con Edenred

La Legge di bilancio 2024 ha portato ad un innalzamento del valore di fringe benefit, cioè il plafond di esenzione fiscale e contributiva dei beni e servizi che possono essere riconosciuti dal datore di lavoro in forma di compensazione senza concorrere a formare reddito da lavoro, quindi detassati.

Il disegno di legge rende significativo un intervento che già nel 2023 era stato importante e innova la disciplina dei limiti di esenzione dei fringe benefit nel senso che il tetto passerà dal valore ordinario di 258,23 euro a mille euro annui per la generalità dei lavoratori e a 2mila euro per i soli lavoratori dipendenti con figli fiscalmente a carico. Questa la premessa. Il 2024 porterà, quindi, un cambiamento interessante in tale ambito e una occasione da cogliere per le adv. Ecco perché il Gruppo Bluvacanze ha stretto un accordo con Edenred Italia, leader nel settore degli employee benefit.

L’area viaggi cresce

A seguito dell’accordo i punti vendita del Gruppo Bluvacanze – con le insegne Bluvacanze, Vivere&Viaggiare e i negozi del polo distributivo Blunet – accettano i buoni acquisto di Edenred per redimere il credito welfare.

“L’area viaggi e vacanze è una categoria di spesa welfare che ha visto una decisa crescita, passando dal 62% del 2019 al 74% del 2022 – commenta Lorenzo Mazzucchelli, travel welfare commercial manager del Gruppo Bluvacanze -. Grazie all’accordo con Edenred Italia oggi i nostri punti vendita possono convertire in viaggi i buoni acquisto. Siamo la prima rete di agenzie a farlo”.

Il welfare è stato uno dei numerosi temi analizzati durante la convention di novembre del gruppo. Dal palco il manager si è soffermato su alcuni dati 2023: “Al 31 ottobre c’è un 35% in più di travel value rispetto al 2022. Il 63% sono pacchetti turistici e il 65% è Edenred – ha dichiarato il manager -. Il travel value medio è 700 euro“.

Cosa sono i fringe benefit?

Mazzucchelli si sofferma sui fringe benefit, spiegando che “possono essere definiti come compensi in natura, perchè non vengono erogati sotto forma di denaro, ma come bene o servizi. Vanno ad aggiungersi alla retribuzione ordinaria e possono essere concessi singolarmente o a un numero ristretto di persone. Con la Legge di bilancio 2024 si prevede un innalzamento a 1000 euro per il lavoratore senza figli e a 2mila euro per il lavoratore con figli, che sono utilizzabili come acconto. Il limite oggi è di 258,23 euro se non si hanno figli e di 3mila euro se si hanno”.

Un nuovo prodotto in adv

L’accordo che Bluvacanze ha stretto con Edenred permette di avere “un nuovo prodotto in adv, che è in mano a 1 milione e mezzo di utilizzatori – dice Mazzucchelli -. Ciò che facciamo oggi nel welfare è un decimo di tutto questo”. Nel riportare i numeri di Edenred, afferma che “ci sono 22mila e 400 aziende coinvolte, il valore stimato è pari a 500 milioni di volumi e ci sono 75mila utenti unici mensili che usano un’app che geolocalizza l’adv. Vuol dire che ogni mese 75mila persone guardano dove possono utilizzare il loro buono Edenred”.

A seguito dell’accordo, tutte le adv del gruppo sono presenti nel portale Edenred. Il che vuol dire che in agenzia si possono presentare dei potenziali clienti che vogliono fare una vacanza, tenendo in mano un buono acquisto che le adv possono accettare e utilizzare come acconto. “Nel portale di Edenred ci sono 27mila partner in Italia e Bluvacanze è l’unico del settore delle vacanze da ora fino ai prossimi sei mesi. Da ora fino a che il resto del travel non si organizzerà in tal senso”, dice il manager.

Ci sono adv del gruppo che hanno già iniziato ad agire, ma a sensibilizzare ulteriormente il canale, ci pensa Claudio Busca, della direzione retail del Gruppo Bluvacanze. “Quante volte abbiamo detto che dovete uscire dalla vostra adv e prendere la valigetta? Questo è uno di quei modi diversi di agire – afferma -. Mentre ChatGpt fa i preventivi, le adv escono dal punto vendita e vanno a parlare con le aziende, questo è il modo diverso di ragionare e di cambiare”.

La piattaforma Bluwelfare

Lo strumento per poter agire è Bluwelfare, la piattaforma del Gruppo Bluvacanze dedicata ai programmi di welfare aziendale e delle convenzioni.

Sotto la sua area di competenza rientra anche l’accordo con Carrefour Italia per lo sviluppo di Viaggi.Carrefour.it che propone a un milione di consumatori della catena di supermercati il prodotto esclusivo Bluvacanze e offre un servizio di assistenza telefonica dedicata. Il viaggiatore sceglie in autonomia hotel, voli, treni e riceve i documenti di viaggio via e-mail o in uno dei 300 punti vendita Bluvacanze e Vivere&Viaggiare, finalizzando la prenotazione.

Mazzucchelli la definisce “una vetrina per vendere prodotto Bluvacanze tramite un brand che non è il nostro, ma Carrefour Viaggi. E’ il prodotto delle adv che può essere visto – online – da un milione di persone”.

Stefania Vicini

Tags: ,

Potrebbe interessarti