Airbnb multata in Australia

Airbnb ha ricevuto una sanzione di 30 milioni di dollari australiani per aver ingannato i clienti australiani sulla valuta applicata. La piattaforma di case vacanza è stata condannata a pagare 15 milioni di dollari australiani per non aver chiarito che alcune prenotazioni non erano in valuta locale e dovrà risarcire migliaia di clienti con rimborsi e commissioni di conversione. Si prevede che questo costerà alla società altri 15 milioni di dollari australiani.

Tra gennaio 2018 e agosto 2021 Airbnb ha visualizzato i prezzi utilizzando il segno “$”, ma non ha chiarito che le tariffe erano in dollari statunitensi e non australiani. Si pensa che questo abbia avuto un impatto su oltre 60.000 clienti di Airbnb.

 

 

Tags:

Potrebbe interessarti