Caribe Bay apre le vendite per la stagione 2024

Caribe Bay, parco a tema acquatico di Jesolo, apre ufficialmente le vendite per la stagione 2024. Attraverso il sito è possibile prenotare i pacchetti parco+hotel validi da maggio a settembre, approfittando di tariffe promozionali.

“Quest’anno il parco aprirà il 1° giugno – annuncia Luciano Pareschi, ceo e founder Caribe Bay -. La decisione di anticipare le vendite dei pacchetti nasce per rispondere alle esigenze del mercato turistico, in particolare quello straniero, che programma con sempre maggiore anticipo le vacanze. Crediamo moltissimo nella sinergia con gli operatori del territorio e collaboriamo con le migliori strutture ricettive: hotel, camping, villaggi e residence. Nel 2023 le vendite dei pacchetti sono cresciute del 35% rispetto al 2022, per un totale di oltre 5.400 room-nights: numeri che dimostrano il nostro ruolo sempre più rilevante in qualità di driver per portare i clienti a Jesolo e contribuire alla conoscenza della destinazione sui mercati internazionali”, sottolinea il manager.

Il bilancio del 2023

La notizia arriva a pochi giorni dalla chiusura dei bilanci relativi all’ultima stagione. Nonostante le sfide meteorologiche, l’inflazione e la fine dell’effetto rimbalzo post-Covid, il 2023 si è rivelato un ottimo anno per Caribe Bay: il numero degli ospiti ha superato quota 300mila, battendo tutti i record precedenti, con una significativa crescita anche in termini di fatturato.
“Siamo soddisfatti – prosegue Pareschi – perché abbiamo migliorato le performance di maggio, giugno e settembre, mantenendo inalterate le presenze a luglio e agosto. Promuoviamo il parco come vera e propria destinazione, puntando sulle vendite online e sui pacchetti: questo ci consente, da un lato, di spingere anche la bassa stagione, dall’altro di rivolgerci ad un pubblico più ampio, con particolare riferimento al Centro-Sud Italia e al mercato internazionale. L’estero nel 2023 ha rappresentato il 58% dei pacchetti parco + hotel e il 43% della biglietteria”.

Gli arrivi dall’estero

Sul fronte degli arrivi dall’estero, i mercati di riferimento principali si confermano Austria, Germania e Slovenia per la formula parco+hotel, Germania, Austria e Ungheria per il solo parco.
Tra gli indicatori in crescita, anche quello legato alla sostenibilità del parco. “Dopo il buon avvio dell’anno scorso – prosegue Pareschi – il nostro progetto di compensazione delle emissioni di anidride carbonica quest’anno ha coinvolto 60.050 ospiti del parco che, attraverso l’acquisto online dei biglietti, hanno scelto di contribuire all’iniziativa, per un totale di oltre 388.000 kg di CO2 compensati. L’efficientamento dei consumi sarà centrale anche nello sviluppo futuro di Caribe Bay, con particolare riferimento alla nuova area benessere, Agua Azul, che aprirà nel 2025”.

I nuovi trend

Tra i nuovi servizi più apprezzati dagli ospiti il primo posto spetta alla prenotazione anticipata delle attrazioni, che permette di ottimizzare il tempo e di programmare con efficienza la giornata. Il servizio, attualmente disponibile sulle attrazioni principali, sarà ampliato nella stagione 2024.
L’esperienza più richiesta dagli ospiti è l’adrenalinico Captain Spacemaker, lo scivolo più alto d’Europa che permette di raggiungere i 100 km orari, scendendo da 42 metri con una pendenza di 60 gradi.

Famiglie e giovani

La formula adottata da Caribe Bay, che unisce adrenalina, divertimento, relax, spettacoli e servizi per i bambini si conferma vincente nell’accoglienza di un pubblico sempre più eterogeneo. Anche nel 2023, le famiglie si posizionano al primo posto, pari al 61% degli italiani e all’85% degli stranieri.
Cresce anche l’incidenza dei giovani, intercettati grazie ad una strategia di promozione sui social media e alle sempre più frequenti collaborazioni con tiktoker ed influencer.

Le regioni principali

Per quanto concerne l’Italia, Veneto e Friuli-Venezia Giulia guidano la classifica delle regioni di provenienza degli ospiti, a dimostrazione di come Caribe Bay sia ormai un appuntamento irrinunciabile durante l’estate sul territorio. La fama del parco è affermata anche nelle altre regioni: al Nord si distinguono Lombardia ed Emilia-Romagna, mentre a guidare gli arrivi dal Centro e dal Sud, con i pacchetti parco + hotel, sono rispettivamente Toscana e Campania.
Sul fronte della biglietteria, il 39% dei ticket è stato acquistato online, seguito dal 37% direttamente al parco. Il restante 24% dei biglietti deriva dalle operazioni in essere con le agenzie di viaggi e altri partner commerciali.
Tags:

Potrebbe interessarti