Msc Crociere verso i 4,2 milioni di passeggeri

In viaggio verso la bellezza” è questo il claim della nuova brand campaign targata Msc Crociere che debutta oggi in oltre 30 Paesi. Una campagna che promuove e rilancia i tre pilastri alla base dell’attività della compagnia: esperienze in crociera, azioni responsabili e meraviglie autentiche. Il lancio, avvenuto nel nuovo temporary store Msc Lighthouse di Milano, è stato anche l’occasione per tracciare un bilancio dell’anno concluso e guardare al futuro che si prospetta positivo grazie a una programmazione di prodotto a lungo termine e un importante ritorno all’advance booking.

2024 nuovo record passeggeri

“Questo sarà un altro anno record per noi – commenta il managing director Leonardo Massa -. A partire dall’Italia, dove la compagnia registrerà quest’anno un nuovo picco di movimentazione dei passeggeri, che saliranno a 4,2 milioni rispetto ai 4 milioni del 2023 (+5%), effettuando 1075 scali e operando con ben 16 navi, su un totale di 22 della flotta complessiva, nei 14 porti toccati lungo le coste del Belpaese. Non solo, è in costruzione la 23° nave, Msc World America, che inizierà a operare nel 2025 e altre tre lo faranno nei prossimi tre anni. A questo si aggiungono ulteriori cinque nuove navi, in altrettanti anni, per quanto riguarda Explora Journeys. Un brand che, insieme al prodotto Msc Yacht Club, è in grado sempre più di intercettare il segmento luxury”.

La centralità dell’Italia

L’Italia (dove il settore crocieristico genera complessivamente una ricaduta economica pari a circa 15 miliardi di euro e dà lavoro a oltre 125mila persone) si riconferma sempre più al centro delle strategie internazionali del gruppo: quest’anno saranno tre le navi che toccheranno gli scali italiani con un +5% di ospiti che sbarcheranno nei porti della nostra penisola per un impatto economico sul territorio pari a 500 milioni di euro. Non solo, Bari per la prima volta sarà l’homeport di Msc Opera. “Genova, per movimentazioni passeggeri, è lo scalo numero uno per Msc Crociere. -aggiunge Massa- Mentre stiamo lavorando a nuovi terminal a Miami, Barcellona e Durban in Sudafrica”.

Ritorno alla marginalità

Nonostante il 2023 sia stato un altro anno caratterizzati da fattori geopolitici che hanno influito sulla travel industry “Abbiamo reagito positivamente: la nostra forza consiste nella possibilità di riposizionare le navi su nuove rotte. -conclude il managing director- Nell’anno appena terminato è cresciuta la marginalità rispetto al 2022, ma non abbiamo ancora raggiunto i livelli pre Covid. Per il 2024 prevediamo un incremento grazie anche a un ritorno deciso all’advance booking che, oggi, vede il 30% di prodotto di quest’anno già venduto. La programmazione anticipata, la distribuzione in oltre 75 Paesi e un’attenta gestione del prezzo ci garantiscono un load factor medio che si attesta sul 98.5%”. Oggi, oltre alla nuova campagna (attiva anche su stampa, social, cinema, digital e out of home) è stata lanciata anche la nuova promozione Ricarica d’Estate per la prossima stagione, valida su tutti i prodotti e le navi di Msc Crociere.

Sveva Faldella

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti