Tre sfilate per il Carnevale di Fano. Stimate oltre 50mila presenze

E’ stato presentato nella sede di Enit il Carnevale di Fano, che risale al 1347 ed è definito il più antico d’Italia. Le sfilate avranno luogo in tre domeniche, precisamente quella del 28 gennaio, 4 e 11 febbraio e le previsioni parlano di oltre 50.000 presenze nelle tre domeniche.

Una delle caratteristiche di questo carnevale è il lancio di dolciumi (quasi 200 quintali) dai carri allegorici di prima categoria, alti fino a 18 metri. Seguono i carri di seconda categoria e varie maschere, che contribuiscono a rendere l’evento colorato e particolare. E’ inoltre possibile prenotare una postazione sul carro per poter lanciare i dolciumi e partecipare attivamente.

Il valore dell’evento

La presidente e ceo dell’Enit, Ivana Jelinic ha sottolineato quanto questo evento contribuisca a far conoscere la città, e a goderne, non solo per quanto riguarda il suo aspetto balneare, ma anche durante il periodo invernale.

“Abbinare storia, tradizione, cultura popolare, turismo è sempre di più binomio vincente. Tutti sappiamo, soprattutto nei periodi di bassa stagione, febbraio in particolar modo, quanto sia importante avere eventi e momenti che richiamino l’attenzione dei turisti, non solo di quelli italiani, ma anche degli stranieri. Questa manifestazione ha un grande spirito innovativo, perché ogni anno offre qualcosa di nuovo e consente di vivere la città in maniera diversa da quella che conosciamo sotto l’aspetto estivo. Viverla con occhi diversi è l’opportunità che offre ai visitatori il carnevale di Fano”.

Al benvenuto di Ivana Jelinic è seguito il saluto telematico della madrina del festival Beatrice Venezi, che ha rimarcato l’aspetto storico e culturale del carnevale di Fano e ha confermato la sua presenza domenica 11 febbraio. Hanno poi preso la parola l’on Federico Mollicone e l’on Antonio Baldelli – quest’ultimo marchigiano -. Entrambi hanno sottolineato quanto siano importanti questi eventi, che contribuiscono alla destagionalizzazione del turismo marchigiano, consentendo a località come quella di Fano di aprire le porte non solo in estate, ma anche in inverno.

“Non è solo il carnevale più antico d’Italia – ha sottolineato Baldelli – , ma anche il più dolce, grazie al lancio di 200 quintali di dolciumi. E da questa edizione sarà anche il più sostenibile grazie alla partecipazione di Trenitalia. Chi arriva a Fano con il treno sarà premiato con ingresso agevolato alla manifestazione”.

Annarosa Toso

Tags: ,

Potrebbe interessarti