GlobalData: nel 2023 crollano i deal nel travel, -31,9%

L’attività globale degli accordi nel travel crolla del 31,9% nel 2023. E’ quanto rileva GlobalData. Il settore ha visto l’annuncio di un totale di 723 operazioni tra fusioni e acquisizioni (M&A), private equity e venture capital rispetto alle 1.062 annunciate nel 2022. Un’analisi del database delle offerte di GlobalData rivela che tutti i tipi di operazioni hanno registrato un notevole calo dei volumi rispetto all’anno precedente.

Mentre il volume delle operazioni di M&A è diminuito del 32,8%, il numero di operazioni di private equity e venture capital è diminuito rispettivamente del 40% e del 27,9% nel 2023 rispetto al 2022.

Diversi fattori in gioco

Aurojyoti Bose, analista capo di GlobalData, commenta così i dati comunicati: “Diversi fattori sono entrati in gioco, determinando la scarsità di transazioni in diversi settori e quello dei viaggi non ha fatto eccezione rispetto a questa tendenza globale. Tra i fattori spiccano le tensioni geopolitiche, i conflitti, i timori di recessione, l’inflazione e gli aumenti dei tassi di interesse”.

Le performance per aree

Le regioni del Nord America, Europa, Asia-Pacifico, Medio Oriente e Africa e dell’America meridionale e centrale hanno registrato un calo del volume delle transazioni rispettivamente del 42,1%, 35,9%, 14,2%, 23,3% e 48,3% durante il 2023 rispetto all’anno precedente.

Nel frattempo, il volume delle transazioni è diminuito anche in diverse economie principali, tra cui Stati Uniti (43,3%), Regno Unito (29,7%), Cina (10%), Giappone (41,8%), Francia (19,4%), Corea del Sud (20%), Australia (37,1%), Spagna (57,9%) e Canada (21,1%).

Tags:

Potrebbe interessarti