Valencia punta sul green e inaugura il suo anno da “capitale” europea

Valencia punta sul green. La città spagnola ha infatti inaugurato ufficialmente il suo anno in qualità di Capitale verde europea 2024.

La città è situata in un’enclave privilegiata, affacciata sul Mar Mediterraneo, circondata da La Huerta e caratterizzata da aree naturali e protette come l’Albufera e il Giardino del Turia. Tutti questi sono i luoghi chiave della capitale di quest’anno, a cui si aggiungeranno altri progetti in fase di sviluppo, come il nuovo Parco Centrale, che aggiungerà 230.000 mq di spazi verdi al centro della città.

Durante la presentazione del titolo è stata svelata la guida “Itinerari verdi di Valencia“, un manuale che racchiude gli obiettivi della Capitale Verde Europea di quest’anno, oltre a una serie di percorsi per facilitare la fruizione dei risultati raggiunti dalla città in termini di sostenibilità. Gli itinerari si concentrano su tre temi principali: la natura, la mobilità sostenibile e il recupero dello spazio pubblico.

Per quanto riguarda il primo punto, Valencia possiede una ricca biodiversità, che si riflette nei suoi spazi naturali. Ancora, la città si impegna per una mobilità sostenibile, promuovendo l’uso del trasporto pubblico, della bicicletta e degli spostamenti a piedi. Infine, Valencia ha recuperato spazi pubblici per la fruizione dei cittadini, come il Giardino del Turia o la Marina de València. Gli itinerari di València Capitale Verde Europea sono un’occasione unica per conoscere la città e i suoi successi a favore della sostenibilità.

Il 2024 sarà un anno di grandi eventi internazionali e di altri locali, e coinvolgerà cittadini e visitatori. Per i prossimi mesi, è stato elaborato un programma che prevede incontri come la grande conferenza sulle “Mission cities” e un’importante conferenza sulle zone umide, in cui il Parco Naturale dell’Albufera sarà valorizzato come una risorsa fondamentale.

Inoltre, ci saranno diverse celebrazioni nate dalla collaborazione tra pubblico e privato, che completeranno il calendario per garantire il coinvolgimento di tutta la città.

Tags:

Potrebbe interessarti