Giappone, Italia secondo mercato europeo: Tokyo si promuove a Bit

Ottimi segnali di ripresa. Li registrano i viaggi dall’Italia al Giappone, che nel 2023 sono tornati quasi ai livelli pre-pandemici. I dati preliminari dell’ente nazionale del turismo giapponese Jnto rivelano infatti che il numero di arrivi in Giappone dall’Italia tra gennaio e dicembre 2023 è solo al -6,4% rispetto al numero dello stesso periodo del 2019, posizionandola al secondo posto della classifica europea, dopo la Germania (-1,3%).

“Un segnale più che incoraggiante – si legge in una nota di Jnto – se si considera che il numero di voli disponibili dall’Italia non è ancora tornato ai livelli del 2019 e che la durata dei voli è aumentata a causa della situazione internazionale. Notevole, inoltre, il terzo posto per l’Italia anche nella classifica, questa volta addirittura mondiale, della spesa per singolo viaggiatore (con 336 mila yen a persona), superata solo dal primo posto della Spagna (342 mila yen) e dal secondo posto dell’Australia (341 mila yen)”.

In questo contesto, debuttano i due brand video della città della serie Nothing like Tokyo che, nelle versioni Tradition e Innovation, danno un assaggio degli eventi e dei luoghi più tradizionali della metropoli. La città di Tokyo torna inoltre ad esporre negli spazi di Fieramilanocity dal 4 al 6 febbraio, in occasione della prossima edizione di Bit, la Borsa Internazionale del Turismo. Allo stand “Tokyo Tourism Representative, Italy Office”, la rappresentanza dell’ente del turismo della città incontrerà operatori del settore e viaggiatori interessati a scoprire l’inesauribile offerta turistica dalla capitale del Sol Levante, attraverso tutte le stagioni dell’anno ma con un focus particolare sull’inverno.

Tags: , ,

Potrebbe interessarti