L’importanza del direttore tecnico di agenzia

La professione del direttore tecnico delle agenzie di viaggi. E’ l’oggetto del libro dell’avvocato Federico Lucarelli, consulente legale FiavetConfcommercio, che è stato presentato ieri nella sala Tatarella della Camera dei Deputati. Presenti all’evento il presidente Fiavet, Giuseppe Ciminnisi e il deputato Gianluca Caramanna della X Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo.

Una figura indispensabile

Quella del direttore tecnico di agenzia di viaggi è una figura indispensabile all’azienda – ha sottolineato Ciminnisi – e il testo di Lucarelli aiuterà a capire il valore e il peso di questa professionalità nel mondo del turismo. “Il direttore tecnico di agenzia di viaggi sovraintende tutte le attività aziendali curandone l’organizzazione, la programmazione e quant’altro serve per una buona gestione”.

Ciminnisi ha poi aggiunto che la figura del direttore tecnico è fondamentale per il consumatore e non bisogna intenderla come un vincolo burocratico per l’apertura e la gestione di una agenzia di viaggi. “Il direttore tecnico – ha rimarcato – è il Deus ex machina dell’impresa, perché fornisce il peso della sua competenza ed esperienza, dando garanzie soprattutto al consumatore finale. La sua figura – ha aggiunto – è paragonabile a quella di un dirigente di azienda, piuttosto che a quella di un consulente esterno. Il direttore tecnico è quindi un manager che ha una conoscenza vasta nel mondo del turismo, uno dei settori economici più affascinanti, ma anche più ricchi di insidie, come abbiamo potuto riscontrare in questi anni tra pandemie e catastrofi naturali. E’ necessario fare viaggiare bene le persone e farle ritornare a casa in qualsiasi situazione, anche le più complesse. L’agenzia di viaggi si è quindi evoluta, diventando un alleato del consumatore nel realizzare viaggi complessi e particolari, ma che devono essere soprattutto sicuri”.

Un ruolo non ancora del tutto riconosciuto

Caramanna ha ricordato la sua provenienza dal mondo del turismo (albergatore) e la sua vicinanza a tutto il settore. “E’ il mio mondo quello con tutta la filiera del turismo, dalle agenzie ai tour operator, ed è anche la mia passione – ha sottolineato -. Per quanto riguarda la figura del direttore tecnico, il problema è stato al centro del dibattito ed è tuttora all’attenzione del ministero. E’ un tema che stiamo affrontando perché questa figura professionale non è riconosciuta al cento per cento. Viceversa c’è molta attenzione su questo tema. Il direttore non solo ha la responsabilità, ma è colui che conosce le dinamiche ed è la garanzia per un’agenzia di viaggi. E’ colui che garantisce non soltanto l’agenzia, ma anche il turista che si affida a quella agenzia – ha aggiunto -. Oggi il turismo è stato messo al centro delle politiche del governo. Non abbiamo solo un ministero del Turismo, ma all’interno dello stesso ministero anche persone che si occupano dei diversi rami e dei tanti problemi del turismo. Io mi auguro – ha concluso – che insieme si possa trovare un ampio riconoscimento per questa professione”.

Annarosa Toso

Tags: , ,

Potrebbe interessarti