Sostenibilità a lungo termine nel nuovo corso green di I4T

Proteggere i passeggeri in viaggio, tutelando la loro stessa possibilità di viaggiare in futuro, attraverso l’adozione di pratiche virtuose che contribuiscono alla salvaguardia dell’ambiente e della biodiversità: è questo l’obiettivo della “svolta green” che inaugura il 2024 di I4T.

“Il valore fondativo dell’assicurazione – dichiara Christian Garrone, responsabile intermediazione assicurativa I4T – è il benessere, inteso come protezione dal rischio, ma oggi non può più esistere alcuna prospettiva di benessere senza l’impegno di ognuno di noi volto a tutelare l’ambiente in cui viviamo. Da quest’anno adotteremo una serie di pratiche virtuose per ridurre l’impatto della nostra attività e le condivideremo con le agenzie, promuovendo scelte consapevoli. Partiremo dalla selezione dei gadget, rigorosamente ecologici, realizzati con materiali di facile smaltimento, rinnovabili o riciclati, e proseguiremo con due progetti legati alla difesa dell’ambiente: la creazione di una nostra foresta e la tutela degli insetti impollinatori, attraverso l’adozione di due alveari di biomonitoraggio all’interno di un’oasi della biodiversità”.

La foresta I4Esta

La foresta, ribattezzata per l’occasione I4Esta, è stata realizzata in collaborazione con Treedom, B Corp italiana che in poco più di 10 anni di attività ha già piantato 4 milioni di alberi nel mondo per conto di 1,2 milioni di utenti e 12.000 imprese. Al momento, I4Esta comprende 300 alberi diffusi in Camerun, Colombia, Guatemala e Tanzania. Secondo stime conservative, basate sulla dimensione, la tipologia e il ciclo di vita degli alberi piantati, nei primi 10 anni I4Esta permetterà di assorbire 73,25 tonnellate di anidride carbonica, oltre a garantire effetti positivi sul tessuto sociale di riferimento in termini di opportunità di reddito e formazione delle comunità locali. Anche i partner di I4T potranno contribuire a proteggere l’ambiente, partecipando allo sviluppo della I4ESTA e monitorando sul web gli aggiornamenti dal progetto di cui la propria pianta fa parte.

Oasi della biodiversità

L’impegno verso l’adozione di scelte consapevoli passa anche dall’iniziativa attivata insieme a 3Bee, la climate tech company leader nella tutela della biodiversità tramite la tecnologia. Nello specifico, I4T ha scelto di dedicarsi alla protezione degli insetti impollinatori, tra cui le api, preziosi custodi della biodiversità e responsabili di circa il 75% delle colture mondiali grazie al loro lavoro di impollinazione: l’Oasi della Biodiversità di Insurance Travel comprende due alveari intelligenti per il biomonitoraggio, che permetteranno di osservare in modo statistico lo stato di salute di oltre 300.000 api, che impollineranno circa 300 milioni di fiori.

Gli alveari intelligenti sono dotati di tecnologia 3Bee Hive-Tech, grazie alla quale sarà possibile monitorare parametri ambientali utili ad analizzare la biodiversità circostante e la salute degli insetti impollinatori. Accedendo alla pagina web dell’Oasi di Insurance Travel, chiunque potrà consultare la mappa e monitorare i risultati d’impatto ottenuti grazie al progetto.

Tags:

Potrebbe interessarti