Un 2023 da record per il turismo a Malta

Dopo la chiusura di un 2023 che è stato il miglior anno di sempre in termini di arrivi, di permanenza media e di spesa dei turisti, per l’isola di Malta anche i segnali per il futuro sono più che incoraggianti.

Italia sul podio

“L’Italia è balzata in cima alla classifica dei mercati che generano il maggior flusso turistico per la destinazione, con 524mila arrivi registrati da gennaio a novembre 2023”- ha detto Clayton Bartolo, ministro del turismo di Malta, intervenendo nel corso  della convention 2024 che Fto ( la Federazione turismo organizzato di Confcommercio) ha organizzato nei giorni scorsi sull’isola, a conferma di una sinergia strategica con la destinazione che, nello scacchiere mediterraneo, sempre più si distingue per un’offerta turistica di qualità e al passo con le mutevoli esigenze di viaggio. “Ora guardiamo al futuro e alle sfide che questo settore ci riserva soprattutto sui temi dell’innovazione e della sostenibilità”- ha commentato ancora il ministro salutando la platea.

Le prossime azioni

“Negli ultimi anni Malta è cresciuta moltissimo ed è riuscita a diversificare l’offerta- ha affermato Ester Tamasi, direttore Malta Tourism Authority in Italia– ora questa evoluzione va ben comunicata. Per questa ragione si fa sempre più forte la nostra collaborazione con i tour operator e la nostra attività di promozione sul consumatore finale, verso il quale stiamo orientando numerose campagne di comunicazione. Il passaparola resterà sempre e comunque una delle armi vincenti per la destinazione perché se l’Italia è diventata il nostro primo mercato turistico significa che Malta piace, riesce ad andare oltre le aspettative, e questo viene spesso raccontato. Certamente abbiamo un delta su cui lavorare per il futuro- ha detto ancora Tamasi-, penso al prodotto lusso e ad esperienze per nicchie specifiche”.

Presidiare l’offerta

Al raggiungimento di un buon risultato però, non concorre mai un solo fattore: “Ecco perché anche nel 2024 bisognerà prestare attenzione a tutti gli anelli della catena- secondo Carlo Micallef, il ceo Malta Tourism Authority– dalle connessioni dei voli a quelle via mare, dalle giuste azioni di marketing al mantenimento di un buon rapporto tra qualità e prezzo”.

Alessandra Tesan

Tags: , ,

Potrebbe interessarti