Operazione Iag-Air Europa: la Ue avvia indagine approfondita

Così come successo per l’operazione Lufthansa-Ita Airways, allo stesso modo la Commissione europea ha avviato un’indagine approfondita per valutare la proposta di acquisizione di Air Europa da parte di International Airlines Group (Iag). A quanto riportato da Hosteltur sembra che Bruxelles tema, in via preliminare, che l’operazione possa andare a scapito della concorrenza nel mercato del trasporto aereo su diverse rotte nazionali, a breve e lungo raggio e fuori dalla Spagna.

“Iag e Air Europa gestiscono un’ampia rete di rotte nazionali in Spagna, rotte a corto raggio all’interno dello Spazio economico europeo (See), nonché rotte a lungo raggio, in particolare da e verso l’America Latina”, ha fatto presente la Commissione Europea nella sua prima dichiarazione, da quando il gruppo ispanico-britannico ha presentato lo scorso dicembre la sua proposta di acquisizione della compagnia aerea Globalia.

I timori della Ue

Come detto, le indagini preliminari indicano che la transazione potrebbe ridurre la concorrenza nel mercato dei servizi di trasporto aereo passeggeri su diverse rotte nazionali, a corto e lungo raggio. “Iag e Air Europa sono stretti concorrenti nella fornitura di servizi di trasporto aereo passeggeri su determinate rotte all’interno, da e verso la Spagna”, sottolinea la Commissione.

In particolare, l’operazione potrebbe ridurre la concorrenza per quanto riguarda le tratte nazionali spagnole, in particolare sulle tratte dove i treni ad alta velocità non offrono alternative e sulle tratte tra la Spagna continentale e le Isole Baleari e le Isole Canarie.

Un altro punto sono le rotte a corto raggio tra Madrid e alcune delle principali città del See, nonché rotte che collegano Madrid con Israele, Marocco, Regno Unito e Svizzera, in cui entrambe le parti offrono collegamenti diretti.

Rotte a lungo raggio tra Madrid e il Nord e il Sud America, in cui entrambe le parti offrono collegamenti diretti e competono con pochi concorrenti con collegamenti diretti.

La valutazione degli slot

Nel corso della sua indagine approfondita, la Commissione valuterà anche il portafoglio di slot delle parti, in particolare all’aeroporto di Madrid-Barajas, potrebbe rendere difficile per altre compagnie la fornitura di servizi aerei.

I probabili effetti dell’operazione potrebbero farsi sentire sui collegamenti indiretti, in particolare sulle rotte a lungo raggio verso il Sud America, dove una o entrambe le parti hanno un comodo collegamento con uno scalo e dove i collegamenti diretti sono limitati, ma anche sulle rotte su cui altre compagnie fanno affidamento sull’accesso alla rete nazionale e a corto raggio delle parti per le proprie operazioni, che potrebbero influenzare i loro servizi verso destinazioni internazionali servite anche da Iag.

La fonte ricorda che Iag, holding aerea multinazionale, controlla la compagnia aerea spagnola Iberia, Rted, Vueling e la low cost a lungo raggio Level; così come la compagnia britannica British Airways e l’irlandese Aer Lingus. British e Iberia sono membri di Oneworld.

Air Europa, con sede in Spagna, e le sue filiali, costituiscono la divisione aerea di Globalia, il gruppo turistico spagnolo con sede a Llucmajor, Maiorca. Air Europa è membro di SkyTeam.

Il controllo delle concentrazioni aeree

La Commissione Europea fa presente che ha il dovere di valutare le fusioni e acquisizioni che coinvolgono società con un fatturato superiore a determinate soglie (articolo 1 del regolamento sulle concentrazioni) e di evitare concentrazioni che ostacolino in modo significativo una concorrenza effettiva nel See o altrove.

La stragrande maggioranza delle concentrazioni notificate non solleva problemi sotto il profilo della concorrenza e viene autorizzata dopo un esame di routine. L’iter che viene seguito prevede che, dal momento in cui viene notificata un’operazione, la Commissione dispone generalmente di 25 giorni lavorativi per decidere se concedere l’approvazione (Fase I) o avviare un’indagine approfondita (Fase II). In quest’ultimo caso, significa che le autorità nutrono preoccupazioni o fanno obiezioni sugli effetti della fusione sulla concorrenza in vari mercati, sollevando la necessità di presentare rimedi o di rinunciare agli slot.

In merito a questo aspetto, i portavoce di Iberia hanno dichiarato a Hosteltur che si aspettavano ciò e che lo vedono come “un passaggio dalla Fase I alla Fase II”. Viene riconosciuto che la Commissione evidenzia dei problemi su alcune rotte “per le quali forniremo soluzioni nella proposta di rimedio che presenteremo, come già annunciato, nella Fase II”, è stato detto.

Inoltre, viene sottolineato: “Siamo convinti che l’operazione sia positiva per i consumatori e positiva per la Spagna, poiché, tra le altre cose, rafforzerà l’hub di Madrid e rafforzerà la connettività aerea del nostro Paese”.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti