Italia medaglia d’argento per arrivi in Slovenia

La Slovenia è in cima alle classifiche europee per gli incrementi negli arrivi (6,2 milioni) e nei pernottamenti (16,1 milioni), con un incremento rispettivamente del 5,5% e del 3,5% sui valori dello stesso periodo del 2022. Il secondo dato segna un record nella storia del turismo in Slovenia: mai erano stati così tanti i pernottamenti nel paese, neanche nel periodo pre-pandemico.

I pernottamenti

I pernottamenti totali nel 2023 hanno superato, infatti, del 2,2% quelli del 2019. Infine, gli arrivi e i pernottamenti dall’estero, rispettivamente il 75,2 e il 71,6% del totale, si sono rivelati anche per lo scorso anno una risorsa imprescindibile non solo per il comparto turistico sloveno, ma per tutta l’economia del Paese. Il primo mercato è stato, anche per il 2023, la Germania, che ha detenuto un market share pari a circa il 15% del totale degli arrivi e al 16,3% dei pernottamenti esteri.

Italia medaglia d’argento

Trainato da un dicembre da record, che ha visto 63.162 italiani visitare la Slovenia (pari al 29,25% degli arrivi totali dall’estero) per 125.560 pernottamenti (25,5% del totale dall’estero), l’incoming dall’Italia si è ritagliato una fetta di mercato dell’11% degli arrivi (+17,4% rispetto allo scorso anno), corrispondenti al 9,3% dei pernottamenti totali dall’estero (+17,8%): complessivamente nel 2023 solo la Germania ha fatto meglio dell’Italia. Seguono l’Austria (8,6% degli arrivi) e la Croazia (6,1%).

I collegamenti

Il direttore dell’Ente in Italia, Aljoša Ota, ha dichiarato: “Sebbene le sfide che ci aspettano per il 2024 siano indubbiamente impegnative, siamo ottimisti e fiduciosi nella possibilità di ripetere se non superare la performance dello scorso anno, che sarà d’ora in avanti il nuovo obiettivo da migliorare. Un importante contributo, sicuramente, arriverà dall’introduzione del Frecciarossa Milano-Lubiana”.  È stato, infatti, siglato recentemente l’accordo preliminare tra Trenitalia e S Passenger Transport, società ferroviaria slovena, per l’avvio del collegamento diretto tramite Frecciarossa tra Milano e Lubiana. Il nuovo collegamento ferroviario va ad aggiungersi al recente annuncio di Ryanair di posizionarsi nello scalo di Trieste (ad un’ora e mezza d’auto da Lubiana) a partire dal prossimo aprile, in un quadro d’insieme che vede Italia e Slovenia sempre più vicine, sempre più accessibili e borderless.

Gli eventi

Il 2024, intanto, si presenta all’insegna di un fitto calendario di appuntamenti che accompagneranno il Paese verso il 2025, anno in cui Nova Gorica condividerà con Gorizia il titolo di Capitale Europea della Cultura. Due città simbolo o, meglio, una sola città, l’unica in Europa, ad essere attraversata da un confine tra due Stati.

Tags: ,

Potrebbe interessarti