Il Wttc a favore dell’intelligenza artificiale nel turismo

Il Wttc e Microsoft sono convinti del potenziale che ha l’intelligenza artificiale in termini di trasformazione nei confronti dei viaggi e del turismo. Durante Fitur, è stato annunciato il primo di una serie di rapporti sul tema pronto a ridefinire gli standard e a richiedere una maggiore integrazione a favore di tali tecnologie.

Il Wttc, dal canto suo, è a favore dell’adozione di tecnologie quale quella della intelligenza artificiale, in quanto durante il viaggio può svolgere un ruolo fondamentale nel fornire un’esperienza su misura al turista, in quanto può potenziare consigli personalizzati, strategie di marketing e offrire risposte immediate tramite sofisticati chatbot.

I futuri modelli di domanda

Il rapporto evidenzia anche che, tra le capacità dell’intelligenza artificiale, c’è la possibilità di prevedere modelli di domanda futuri oltre a svolgere un ruolo fondamentale nel promuovere la sostenibilità con una gestione efficiente delle risorse.

“Mentre navighiamo nel panorama turistico in continua evoluzione, l’intelligenza artificiale emerge come catalizzatore di cambiamenti positivi – afferma Julia Simpson, ceo del Wttc -. Il rapporto rivela che il settore del turismo è in ritardo, rispetto ad altri settori, in relazione all’adozione dell’intelligenza artificiale. Considerando le preoccupazioni sull’impatto che potrà avere sull’occupazione, il rapporto affronta anche l’aspetto del potenziale in termini di creazione di posti di lavoro, riconoscendo che, sebbene l’intelligenza artificiale avrà un effetto dirompente, genererà a sua volta nuove opportunità“.

Tags:

Potrebbe interessarti