Auto elettrica nel bt, se si può si evita

Bcd Travel ha condotto un’indagine coinvolgendo oltre 900 viaggiatori d’affari in Nord America ed Europa, i quali hanno noleggiato un’auto almeno una volta nell’ultimo anno. Lo studio si è focalizzato sul comportamento e sulla soddisfazione dei viaggiatori, esaminando anche le tendenze nel settore del noleggio auto per i viaggi d’affari. Secondo i risultati dell’indagine, la maggioranza dei viaggiatori noleggia un’auto per visitare le sedi aziendali, incontrare clienti o fornire servizi in loco. Le motivazioni principali alla base della scelta dell’auto rispetto ad altri mezzi di trasporto includono la comodità (64%), la velocità (36%), la mancanza di alternative (32%) e il costo (30%).

Politiche aziendali

Le aziende adottano diverse strategie al fine di ridurre i costi e sostenere pratiche sostenibili. Più della metà dei viaggiatori segnala che le loro aziende li incentivano a fare rifornimento alle auto a noleggio prima di restituirle (64%) e a condividere veicoli a noleggio con i colleghi (53%). Solo il 4% dichiara che la politica aziendale incoraggia specificamente l’utilizzo di auto elettriche a noleggio.

Processo decisionale

La decisione dei viaggiatori nello scegliere un’auto a noleggio è principalmente influenzata dalla politica aziendale (69%). Altri elementi che giocano un ruolo includono la comodità della sede di ritiro (46%), il costo (34%) e i programmi fedeltà (33%). La sostenibilità, al contrario, ha un impatto limitato sulla loro decisione: solo il 9% tiene conto di questo aspetto, mentre il 70% raramente o mai considera la sostenibilità nella selezione di un’auto.

Prenotazione

La stragrande maggioranza dei viaggiatori d’affari (88%) opta per la prenotazione di auto a noleggio attraverso la piattaforma di prenotazione online aziendale, mentre il 13% preferisce rivolgersi a un agente di viaggio e il 12% utilizza direttamente il sito web della compagnia di noleggio. Le auto di categoria intermedia/standard sono le più richieste (66%), seguite da auto compatte/economiche (19%). Solo il 3% decide di noleggiare Suv.

Comportamento

Nella scelta di servizi aggiuntivi per il noleggio auto, i viaggiatori privilegiano soprattutto la comodità. Circa un quarto di loro opta per il servizio di ritiro e consegna in località diverse. Il pagamento anticipato del carburante, la restituzione dell’auto con serbatoio vuoto e l’acquisto di assicurazioni direttamente dal fornitore di noleggio auto sono scelti da circa un decimo dei viaggiatori.

Auto elettriche

In modo sorprendente, l’81% dei viaggiatori d’affari evita di noleggiare auto elettriche durante gli spostamenti. Questa scelta è principalmente guidata dalla complessità logistica (46%), dalla limitata disponibilità di veicoli elettrici nella località di noleggio (35%) e dall’autonomia ritenuta limitata (33%). Il 12% indica che la mancanza di veicoli elettrici nella politica aziendale è una ragione determinante. Nel caso di coloro che scelgono auto elettriche, le motivazioni includono una sensibilità ambientale (51%), la volontà di sperimentare la guida di un veicolo elettrico (29%) e la notevole disponibilità di tali veicoli nella località di noleggio (24%).

Rischi

Nel contesto dei rischi, il 39% dei viaggiatori ha affrontato situazioni pericolose durante la guida di un’auto a noleggio. I rischi più comunemente riportati spaziano dalla guida in condizioni di stanchezza dopo voli intercontinentali o in luoghi sconosciuti, alle sfide legate a condizioni meteorologiche avverse e problemi tecnici dell’auto. Gli incidenti stradali e i furti di auto sono, al contrario, eventi raramente segnalati.

Soddisfazione dei viaggiatori

Circa l’80% dei viaggiatori esprime una buona soddisfazione nei confronti delle politiche di noleggio auto adottate dalle proprie aziende e dai fornitori. La maggioranza (64%) non ha riscontrato problemi significativi con le politiche aziendali relative al noleggio auto negli ultimi dodici mesi. Tuttavia, per quanto riguarda i fornitori di auto a noleggio, quasi un terzo lamenta una limitata disponibilità nella flotta (33%) e delle tipologie di auto preferite (29%).

Olivia Ruggles-Brise, vicepresidente della Sostenibilità di Bcd, ha commentato: “Questa indagine evidenzia una sfida significativa nel promuovere l’adozione dei veicoli elettrici (Ve) nei viaggi d’affari. Questo rispecchia le sfide più ampie legate all’infrastruttura e all’autonomia che influenzano l’adozione dei Ve in generale. Tuttavia, la transizione da veicoli a benzina a quelli elettrici diventerà sempre più cruciale, soprattutto considerando le nuove normative che impongono alle aziende di monitorare e segnalare le emissioni di carbonio derivanti dai viaggi d’affari”.

Per affrontare questa sfida, Bcd suggerisce alcune azioni che le aziende possono intraprendere:

  • Iniziare offrendo veicoli elettrici come opzione per i viaggiatori interessati.
  • Identificare le località con un’infrastruttura di ricarica avanzata.
  • Incentivare i viaggiatori a sperimentare i veicoli elettrici in queste località.
  • Fornire informazioni approfondite sui benefici e sulle opportunità dei veicoli elettrici per aumentare la consapevolezza e la fiducia.

Bcd continua a impegnarsi nel fornire ai clienti le informazioni, gli strumenti e il supporto necessari per rimanere all’avanguardia nel settore dei viaggi d’affari sostenibili, offrendo una vasta gamma di soluzioni per aiutare i clienti a raggiungere i loro obiettivi di riduzione delle emissioni di carbonio.

Per ulteriori dettagli, consulta cliccando qui la ricerca completa sul noleggio auto.

Tags:

Potrebbe interessarti