Rotte aeree, ancillary e richieste curiose: la parola ai big

La tratta più redditizia, la rotta su cui scommettere nel 2024, l’ancillary più prenotata e la richiesta più curiosa ricevuta da un cliente: quattro semplici domande che abbiamo rivolto ai big dei cieli per comprendere l’andamento del traffico, ma anche quali servizi siano i più gettonati. E infine gli episodi più particolari che, avendo a che fare con il pubblico, non mancano mai.

Le rotte più gettonate

Air France preferisce non parlare di redditività, ma cita “una tratta che nel 2023 ha festeggiato un anniversario speciale: i 60 anni della rotta Napoli – Parigi“. Quella, invece, su cui scommette è la Verona-Charles de Gaulle, che decollerà il 2 aprile con 3 voli settimanali.

Per Lufthansa “le destinazioni con maggiore crescita nella domanda rispetto al 2022 sono state Giappone, Thailandia e Cina“, mentre per quanto riguarda il 2024 “l’attuale trend del mercato indica una crescita nella domanda su Nord America e Giappone“.

Delta non ha dubbi: la tratta più popolare del 2023 è stata la Milano – New York, mentre quella su cui si punta per il 2024 è ” la Napoli – New York, che cominceremo a servire dal prossimo 25 maggio”.

Neos rileva che “ci sono molti modi di interpretare la rotta più redditizia di una compagnia. Si può prendere in esame il margine di contribuzione migliore, ma preferiamo allargare la lente e considerare anche il peso della tratta su business, le frequenze, il riempimento e l’utilizzo dell’aeroplano – sottolinea il vettore -. Ci possono essere voli, ad esempio, che performano molto bene sulla singola rotta, ma magari ci sono poche rotazioni, oppure abbiamo una sinergia meno strutturata con il resto del gruppo, perché sono operazioni prettamente di Neos. Le tratte più interessanti, invece, sono proprio quelle che realizzano l’intera filiera del nostro gruppo – spiega la compagnia -, come avviene per la Tanzania e il Kenya, dove ad esempio operiamo fino a 8 frequenze alla settimana, le Maldive, dove ne facciamo 3, il Messico, che può essere anche un hub estremamente importante e strategico per i voli in connessione per tutta l’area caraibica e l’America”.

La scommessa anche per il vettore italiano è “la Milano-New York, su cui stiamo investendo molto e che ci dà buoni risultati. Dopo quasi tre anni dal primo volo, siamo arrivati a tre frequenze, con un aeromobile di ultima generazione che permette di raggiungere in appena 9 ore e senza scali l’aeroporto di Jfk. Soprattutto, siamo l’unico vettore italiano che opera da Milano, quindi per noi è estremamente importante sviluppare un traffico incoming e outgoing da e per l’Italia. Sempre sulla stessa meta, apriremo poi anche il collegamento da Palermo, sempre su New York: due frequenze da giugno. Questo significa che opereremo cinque frequenze a settimana verso la Grande Mela, una scommessa davvero importante sia per noi sia per il nostro Paese”.

C’è da tenere presente che stando all’ultimo report di Iata, il traffico totale nel 2023 (misurato in chilometri passeggeri di ricavi o Rpk) è aumentato del 36,9% rispetto al 2022. A livello globale, il traffico dell’intero anno è stato pari al 94,1% dei livelli pre-pandemia (2019).

I servizi aggiuntivi

Se per Delta l’ancillary che ha generato maggiore guadagno nel 2023 è stata quella della carta Delta American Express, in casa Lufthansa è stata l’Asr, cioè l’advanced seat reservation. Air France cita, invece, l’opzione per avere bagagli supplementari. In casa Neos, si tratta “dell’upgrading in Economy Extra, seguito dall’upgrading in Economy Extra Plus. Entrambi manifestano la volontà del passeggero di concedersi una comodità in più per arricchire la propria esperienza di viaggio, senza però eccedere nei costi d’acquisto. Questa tendenza avvalora la nostra visione del prodotto, fortemente customer-centric e la nostra scelta di configurare l’aeromobile in più classi: 28 posti in Premium Class e 327 posti in Economy Class di cui 36 Economy Extra Plus, caratterizzata da un pitch maggiore tra le poltrone, welcome drink e i posti non possono essere prenotati per i passeggeri child, e 18 Economy Extra. Questa ripartizione ci permette di offrire una scalabilità di servizi e attenzioni molto apprezzate dai nostri ospiti. La nostra priorità è sempre il cliente, a cui vogliamo offrire un ampio ventaglio di opzioni e servizi: dal catering, all’intrattenimento, dal wifi a bordo fino a piccole attenzioni speciali in occasioni speciali”.

CarTrawler e IdeaWorksCompany prevedono che i ricavi ancillari delle compagnie aeree aumentino a 117,9 miliardi di dollari in tutto il mondo per il 2023, rispetto ai 102,8 miliardi di dollari del 2022 e ben oltre il precedente record di 109,5 miliardi di dollari del 2019.

La richiesta più curiosa

I clienti, si sa, sono creature particolari e le richieste sono spesso curiose. Un cliente che viaggiava in prima classe con Air France, La Premiere, ha chiesto se anche il suo cane potesse viaggiare nella stessa cabina. “Per quanto ne sappiamo – commenta il vettore – entrambi hanno apprezzato il nostro servizio!”

Indubbiamente insolito il fatto successo a Delta:”Nel 2022 due membri Platinum Medallion si sono sposati al gate E14 dell’aeroporto di Atlanta – racconta la compagnia -. La sposa è stata accompagnata all’altare da un capitano Delta. Appassionati viaggiatori, i futuri sposi avevano espresso il desiderio di ‘dire sì’ nel modo che sembrava loro più proprio”.

Neos ha avuto a che fare con una domanda vip: “Quella di realizzare tre voli in connessione e in 24 ore per raggiungere New York, Madrid, Milano. Chi era il cliente? Laura Pausini, per celebrare i suoi trent’anni di carriera, lo scorso febbraio. In quell’occasione Neos è stato official partner di ’30 Years in 24 hours’, che ha visto la compagnia superare le sfide di fusi orari, procedure e permessi, operativi in connessione e un servizio completamente personalizzato per una delle artiste internazionali più conosciute e apprezzate del panorama mondiale. Una maratona che ci ha permesso di misuraci sotto pressione e di certificare la nostra professionalità sotto ogni punto di vista”.

Nicoletta Somma

Tags: , , , , , ,

Potrebbe interessarti