I tanti volti della Sicilia

Dal cinema alla letteratura, dall’enogastronomia alle arti. Sono tanti gli eventi che andranno in scena in Sicilia nel corso del 2024. A partire dagli Stati generali del cinema, appuntamento che riunirà in primavera i professionisti del settore audiovisivo internazionale in una tre giorni di confronto promossa e organizzata dalla Regione Siciliana. L’evento si terrà dal 12 al 14 aprile nell’isola di Ortigia, a Siracusa, tra il castello Maniace, palazzo Beneventano del Bosco, palazzo Borgia del Casale e si tradurrà in un momento di ascolto e confronto per tutti i professionisti della filiera. Parteciperanno i più importanti stakeholder del comparto cinematografico, tra i quali le principali case di produzione, le diverse Film Commission operanti nel territorio nazionale, i principali Festival del cinema (Venezia e Cannes), i Nastri d’Argento e i David di Donatello con tutte le associazioni di categoria. “Porteremo – dichiara il presidente della Regione Siciliana Renato Schifani – il mondo del cinema in Sicilia. L’Isola si sta affermando come un set a cielo aperto capace di attrarre rilevanti produzioni cinematografiche internazionali che si traducono in un importante indotto sul territorio. A tal fine, stiamo prevedendo lo sviluppo di specifiche competenze attraverso appositi percorsi formativi destinati soprattutto ai giovani”.  

La promozione del cineturismo 

“Stiamo portando avanti una pianificazione strategica – dichiara l’assessore allo Spettacolo, Elvira Amata – per promuovere il cineturismo. Non a caso, il portale Tripadvisor ha inserito la Sicilia al primo posto nei luoghi di film e serie tv da visitare quest’anno. Gli Stati generali saranno, quindi, un’occasione nell’industria per rafforzare la centralità dell’Isola che ha animato centinaia di set cinematografici ed è stata musa di grandi registi, da Tornatore a Francis Ford Coppola, da Salvatores a Woody Allen”.  

Dai concerti alla festa della letteratura 

C’è anche il tema musicale tra gli appuntamenti che vedranno in scena l’isola. La terza edizione del Sicilia Jazz Festival si svolgerà dal 23 giugno al 2 luglio nelle location più esclusive della città di Palermo: dieci giorni all’insegna dell’inconfondibile sound jazz. Il Teatro di Verdura è la prestigiosa venue che ospiterà i dieci big accompagnati dall’Orchestra Jazz Siciliana. Si chiama invece Taobuk la festa della letteratura, delle arti e del pensiero che avrà luogo dal 20 al 24 giugno e che punterà i riflettori sull’attualità, sui libri, sul dibattito scientifico, sullo spettacolo dal vivo, con i grandi protagonisti del nostro tempo. Fino al 30 maggio, poi, è in corso a Palazzo Sant’Elia di Palermo una mostra “Palermo Liberty – The Golden Age”, con 500 opere, fra disegni di architettura e di arti applicate, arredi, dipinti, sculture, arazzi, ceramiche, arredi, bozzetti decorativi, abiti e gioielli provenienti da 70 collezioni pubbliche e private. La Fondazione Sant’Elia dedica così un’imponente mostra a quella irripetibile stagione rappresentata dalla fioritura dello stile Liberty a Palermo. La mostra si pone fra gli obiettivi quello di accendere i riflettori su un patrimonio diffuso, che ha subito tragiche distruzioni e continua a essere oggetto di dispersioni.  

Agrigento Capitale italiana della cultura 2025 

Il 2025, invece, sarà l’anno di Agrigento Capitale italiana della cultura: a proclamarla è stato il ministro della cultura, Gennaro Sangiuliano. La città vincitrice, grazie anche al contributo statale di un milione di euro, potrà mettere in mostra, per il periodo di un anno, i propri caratteri originali e i fattori che ne determinano lo sviluppo culturale, inteso come motore di crescita dell’intera comunità.  

Laura Dominici

Tags: ,

Potrebbe interessarti