Sarà un anno positivo per i ferry

Buone notizie per il comparto dei traghetti, il 2024 si prospetta “un anno positivo con molte opportunità e nuove sfide da affrontare”. Ad affermarlo è Silvia Cioni, general manager di TraghettiGds. In particolare, per quanto riguarda la biglietteria marittima in Italia, la manager rileva diverse tendenze che contribuiranno “a definire il panorama nel corso dell’anno. La domanda per i traghetti in Italia rimane robusta, sia a livello nazionale sia internazionale. Il nostro Paese è una destinazione marittima molto battuta sia dai turisti sia da chi viaggia per lavoro. Questa domanda continua a sostenere la crescita del settore della biglietteria marittima”.

 

Gv: Quali saranno le principali sfide del 2024?

“Ci aspettiamo di dover gestire le dinamiche del mercato, come la volatilità dei prezzi del carburante che potrebbero penalizzare chi sceglie di viaggiare via mare. La concorrenza crescente richiederà una continua innovazione e un miglioramento dei servizi offerti per mantenere una posizione di leadership nel settore”.

 

Gv: Sono già partite le prenotazioni per l’estate? C’è un ritorno all’advanced booking?

“Le prenotazioni per l’estate sono in corso, notiamo un ritorno all’advanced booking. Questa tendenza indica una crescente fiducia nel pianificare in anticipo le vacanze. Su TarghettiGDS gli agenti di viaggi potranno accedere in tempo reale a tutte le tariffe promozionali da proporre alla clientela, mantenendo una forte competitività sul mercato rispetto ai canali di vendita online”.

 

Gv. Quali sono le linee maggiormente richieste al momento?

“Attualmente si conferma una forte domanda su alcune rotte italiane, principalmente sulle tratte per la Sardegna, la Sicilia, oltre alle altre isole. Per le destinazioni fuori confine, Albania, Grecia, Croazia e Tunisia sono al momento le più gettonate”.

 

Gv: Sulla base del vostro osservatorio, che tipo di investimenti stanno facendo le compagnie? 

“Il nostro osservatorio indica che le compagnie stanno attualmente orientando gli investimenti su diverse aree. Abbiamo riscontrato un interesse crescente nell’implementare e modernizzare la flotta, per migliorare l’efficienza operativa e la sostenibilità ambientale. Allo stesso tempo, molte stanno concentrando risorse nello sviluppo di nuove rotte per soddisfare la domanda emergente. Inoltre, investimenti nei servizi a bordo, come intrattenimento e comfort, sono essenziali per migliorare l’esperienza complessiva del viaggio”.

 

Gv: Nel 2023 quali sono state le rotte più prenotate e quali potranno avere la meglio nel 2024?

“Nel 2023, alcune delle rotte più prenotate includevano Sardegna, Sicilia, Isola d’Elba, Capri, Ischia e le altre isole del nostro Paese. L’Albania si è consolidata come destinazione più richiesta per chi sceglie l’estero, seguita da Tunisia, Croazia, Grecia e Corsica. Per il 2024, prevediamo un interesse continuo su queste rotte consolidate, ma anche una crescita su destinazioni emergenti. La nostra piattaforma TraghettiGDS è pronta ad adattarsi alle mutevoli preferenze dei viaggiatori”.

 

Gv: Quali investimenti prevedete per TraghettiGDS?

“Continueremo ad investire nella tecnologia per migliorare l’esperienza utente e l’efficienza operativa. Stiamo esplorando nuove partnership strategiche per ampliare la nostra rete di compagnie e rotte disponibili sulla piattaforma”.

 

Gv: Cosa proporrete di nuovo alle adv?

“Stiamo lavorando su diverse iniziative per supportare le adv, inclusi tutorial formativi per massimizzare l’utilizzo della nostra piattaforma. La priorità è mantenere un rapporto collaborativo e vantaggioso con le adv per consentire loro di offrire ai propri clienti un’esperienza facile e personalizzata”.

Stefania Vicini

Tags: ,

Potrebbe interessarti