Il poker di Boscolo

Attenzione al dettaglio, alta qualità, cura e ascolto del cliente e cultura del servizio: sono gli assi nella manica di Boscolo Tours. Un poker che ha permesso all’operatore di raggiungere risultati importanti nel 2023 e di guardare con fiducia al 2024, forte di una nuova programmazione, ampliata e migliorata, che si snoda su 17 cataloghi monografici e un manuale per agenti di viaggio che comprende tutti i tour in un unico formato comodo da consultare, con un maggiore focus sui dettagli tecnici.

La chiusura 2023 e le previsioni per il 2024

“La chiusura del 2023 è sopra le aspettative – dice il direttore commerciale di Boscolo Tours Salvatore Sicuso -, con fatturati a +30% rispetto al 2019 e + 15% in termini di passeggeri. C’è stato un impatto sui prezzi: questi ultimi sono cresciuti, ma in modo più che proporzionale rispetto ai volumi. C’è stato un rimbalzo post Covid importante”. Per il 2024 il manager è positivo: “Abbiamo un budget sfidante – prosegue -, siamo un’azienda che punta ai 120 mln di fatturato. L’inizio dell’anno è stato forte, soprattutto sull’estate, anche in virtù delle nuove destinazioni lanciate, Giappone in primis, che si prestano a portare un advanced booking ancora più spinto, oltre i 90 giorni. Un elemento che deriva anche dalla nostra tipologia di clientela e della importante componente repeater. La nostra squadra, l’attenzione al prodotto e al dettaglio ci rendono degli specialisti. In più offriamo grande supporto agli agenti di viaggio: lavoriamo con 3.500 punti vendita e vantiamo uno zoccolo di 1.500 top che generano una percentuale significativa del nostro fatturato” .

La quotazione in Borsa e l’Ai

Con queste premesse, la quotazione in Borsa è un orizzonte in vista? “Non abbiamo mai pensato di quotarci, al momento non è nei nostri piani”, risponde Sicuso. E l’Ai? E’ uno strumento che si utilizza o che si prevede possa aiutare le agenzie? “Assolutamente sì – commenta il direttore commerciale -. C’è un progetto nel 2024 sull’intelligenza artificiale che coinvolgerà le agenzie, ma non posso anticipare nulla”.

I cataloghi

Intanto il 2024 porta molte novità, con l’allargamento a diverse destinazioni, principalmente in Asia e in Sud America, e un aggiornamento degli itinerari anche nelle mete più classiche. L’elenco completo dei 17 nuovi monografici prevede un catalogo dedicato per ognuna delle seguenti destinazioni: Americhe; Arabia, Emirati ed Oman; Centro ed Est Europa; Egitto; Francia e Benelux; Giappone, Cina e Vietnam; Giordania; Gran Bretagna e Irlanda; India e Nepal; Islanda; Italia; Marocco e Tunisia; Portogallo; Scandinavia e Repubbliche Baltiche; Spagna; Turchia, Grecia e Cipro; Uzbekistan.Cataloghi che sono il frutto “del lavoro certosino del team di prodotto, fatto di persone esperte e preparate”, ci tiene a sottolineare Sicuso.

Nicoletta Somma

Tags: ,

Potrebbe interessarti