Kel 12 punta sulla Cina: 14 programmi di viaggio in portfolio

Un focus sulla Cina, con ben 14 programmi di viaggio in portfolio. Lo porta avanti Kel 12, che sulla destinazione registra un trend molto positivo favorito dall’introduzione di procedure per l’ottenimento dei visti on line che hanno semplificato l’ingresso nel Paese.

“Kel 12 – commenta Giancarlo Meoni, product manager del t.o. e di Viaggi Levi – scommette sulla ripresa turistica in questo Paese leggendario, secondo al mondo per numero di siti Unesco, e ha investito ripristinando una ricca selezione di itinerari esclusivi studiati nei minimi dettagli per condurre i viaggiatori alla scoperta non solo dei monumenti storici e delle meraviglie naturali, ma anche dei racconti avvincenti che intrecciano la sua cultura millenaria. Ogni tappa di questi viaggi epici svelano i segreti custoditi dalle antiche mura, stratificazioni di rocce variopinte, gigantesche dune e grotte suggestive”.

I programmi di viaggio, proposti per piccoli gruppi, presentano un fitto calendario di date partenza; tra i plus della programmazione si riconferma ancora una volta la presenza di esperti, in partenza dall’Italia, capaci di facilitare la mediazione culturale con elevata professionalità e passione.

Non mancano le novità nella programmazione, come l’itinerario “Sulle orme dell’Impero perduto” di Kel 12: viaggio inedito, una spedizione che si intreccia a percorsi sconosciuti della Via della Seta, sulle tracce del regno buddhista dei Tangut attraverso i grandi deserti della Cina Ningxia, Mongolia Interna e Gansu.

Da Yinchuan, capitale della dinastia “barbara”, alla città di Etzina, citata nel Milione di Marco Polo, dalle “montagne arcobaleno” – selezionate dal National Geographic come una delle dieci meraviglie geografiche al mondo – al Parco Geologico Zhangye-Danxia, patrimonio Unesco – questo itinerario rappresenta un’occasione unica per respirare la Storia della Cina.

Tags:

Potrebbe interessarti