Turisanda e la fascia alta

Turisanda, con il pillar Specialties, ha il compito – all’interno del Gruppo Alpitour – di presidiare la fascia alta di mercato offrendo un alto valore esperienziale in tutte le proposte e in tutte le linee di prodotto. Una mission che il brand, che quest’anno festeggia 100 anni di storia, è pronto più che mai a perseguire. Ce ne parla Paolo Guariento, chief product officer Specialties division, spiegando che per tenere alta l’identità del marchio all’interno di un gruppo così ampio, la strategia è quella di “rispettare e mantenere nel tempo gli standard e gli obiettivi che ci siamo dati per la realizzazione delle singole linee di prodotto – commenta -. Dai tour con accompagnatore firmati Voyager – itinerari ad alto valore esperienziale con un numero limitato di partecipanti, per rendere uniche, intime e personali le avventure dei nostri clienti, fino a tutti servizi esclusivi che ormai riusciamo a garantire in quasi tutte le destinazioni come escursioni guidate, fast track e lounge nell’aeroporto di destinazione. Una gamma di prodotti ricercati per l’offerta balneare, in linea con un target di clientela esigente, con una commercializzazione in esclusiva sul mercato italiano”.

Le iniziative commerciali

Per festeggiare i cento anni di attività, il direttore commerciale di Alpitour, Alessandro Seghi, anticipa subito che “la celebrazione durerà per tutto l’anno e abbiamo programmato molte occasioni per condividere questo passaggio storico con le agenzie di viaggi. Il primo momento vede la partecipazione di oltre mille agenti nel corso di una serata in Bit. Successivamente porteremo il primo “anniversario a tripla cifra” nel resto d’Italia all’interno di un roadshow di oltre 30 tappe a cui seguiranno alcune serate organizzate con i principali partner distributivi – prosegue il manager -. Ai momenti più relazionali e formativi si affiancherà anche un piano di incentivazione commerciale che viene lanciato in questi giorni. Non mancheranno infine alcuni fam trip in giro per il mondo”. Nel corso dei prossimi mesi saranno organizzati, inoltre, diversi day-in e molteplici focus group per alimentare un confronto costruttivo che aiuti a raccogliere indicazioni e spunti per migliorare ulteriormente le traiettorie disegnate per Turisanda.

Il lancio di “Signature”

Per quanto riguarda il prodotto, Guariento annuncia che “ci sarà il lancio del catalogo “Signature”. Il pay-off “Once in a lifetime” è il concetto chiave che sta alla base di questo progetto: offrire ai clienti dei viaggi unici, da fare una volta nella vita, studiati appositamente per il centenario. Il fil rouge è la spedizione: dall’esplorazione prettamente geografica il nostro campo d’interesse si allarga così fino a comprendere l’incontro con le popolazioni locali, le diversità culturali, il legame tra l’uomo e il territorio, le vicende storiche, il percorso di crescita interiore che ci accompagna nell’atto della scoperta”. Signature è una vivace collezione di tour che ripercorrono le grandi dorsali dei continenti, lungo sei rotte geografiche: dal Giappone alla Panamericana, la reinterpretazione della Via della Seta, dal Nord Africa alla penisola arabica. Viaggi acquistabili per l’intera spedizione o solo per alcuni itinerari che la compongono, accompagnati da grandi esperti.

I punti di forza dell’offerta

La programmazione è ancora in fase di definizione, ma “sicuramente il catalogo “Signature” sarà il protagonista assoluto di questo anno di celebrazioni”, sottolinea Guariento. Tra le novità firmate Turisanda ci sono anche i nuovi itinerari “Route 1924”, che includono esperienze esclusive come l’escursione Stargazing e la visita di Secret Antelope Canyon e Horseshoe Bend. Una collezione di fly&drive nell’Ovest americano, dove ogni cliente vive in modo autonomo il proprio viaggio. Includono tappe e attrazioni naturalistiche che durante l’estate sono visitate da milioni di turisti. “Proprio per questo motivo – avverte – volevamo offrire ai nostri clienti un accesso esclusivo ad alcuni dei luoghi più suggestivi dei parchi nazionali americani”. Con la progressiva riapertura delle destinazioni e la ripartenza di direttrici importanti come il Giappone, l’operatore ha assistito a un forte incremento delle vendite durante tutto il 2023. “L’anno in corso è partito da subito molto bene – conclude Guariento – con una curva di ordinato anticipata rispetto a quanto eravamo abituati ad avere. Per l’esercizio corrente l’obiettivo prefissato è di registrare un +20% rispetto a quello scorso”.

Laura Dominici

Tags: ,

Potrebbe interessarti