L’inverno italiano secondo Skyscanner non è solo neve
Secondo l’ultimo studio effettuato da Skyscanner in Francia, Italia, Paesi Bassi e Spagna, più della metà dei rispondenti europei (52%) ha affermato di andare in vacanza in inverno almeno una volta all’anno.
Per gli italiani la percentuale sale al 59%. Uno su cinque (19%) preferisce addirittura una vacanza invernale a una tradizionale vacanza estiva per svariati motivi, tra cui i costi inferiori. A questo proposito, la maggioranza (77%) prevede di spendere la stessa cifra, se non di più, per le proprie vacanze nel 2024 rispetto all’anno precedente.

Controcorrente

Solo il 29% degli italiani che si concede regolarmente una pausa invernale è intenzionato a praticare sport sulla neve, al contrario del 43% dei viaggiatori europei che dichiara di dedicare una parte delle proprie ferie annuali allo sci o allo snowboard. Infatti, in controtendenza rispetto al trend europeo, i viaggiatori italiani preferiscono, anche d’inverno, dedicarsi all’esplorazione culturale di città e borghi, con quasi la metà (46%) che la sceglie come attività principale delle proprie ferie invernali (contro il 39% degli europei).
Per chi è alla ricerca di ispirazione per i viaggi di questa stagione invernale, la nuova Guida di viaggio Everywhere di Skyscanner offre consigli da parte di viaggiatori che hanno battuto i record mondiali, come Gunnar Garfors e Renee Bruns.
Per coloro che non rinunciano per nulla al mondo a una meta di montagna (29%), gli sport sulla neve rimangono la principale attrattiva (54%), seguiti dal cibo tipico delle località ad alta quota (52%).

Il fattore prezzo

Il fattore che influenza maggiormente la scelta di come e dove trascorrere le vacanze invernali rimane il prezzo (60%). In particolare, coloro che decidono di fare una vacanza sulla neve rispetto a vacanze al caldo, affermano di percepire la scelta come l’opzione più economica (17%) mentre chi parte alla scoperta di una nuova meta, magari Oltreoceano, in un Paese soleggiato, giustifica la propria scelta con una minore spesa data dalla bassa stagione (15%). Queste percentuali aumentano se si considerano i giovani, con il 69% dei viaggiatori tra i 18 e i 34 anni che sceglie l’inverno per visitare mete lontane nella speranza di risparmiare, rispetto ai mesi solitamente più gettonati.
Nonostante l’aumento del costo della vita continui a essere una preoccupazione per gli italiani, alle vacanze risulta difficile rinunciare e la maggioranza (77%) prevede comunque di spendere lo stesso budget dell’anno scorso, se non di più, per le proprie vacanze invernali del 2024.
Per chi è alla ricerca di un’avventura sportiva o cittadina quest’inverno, ci sono ancora ottime tariffe aeree per destinazioni in tutta Europa se sapete come cercare e confrontare, ad esempio con lo strumento di ricerca “mese intero” di Skyscanner.

I viaggi spontanei

Più di un terzo (38%) preferisce organizzarsi all’ultimo minuto, piuttosto che prenotare in anticipo. Non sorprende quindi che quasi la metà (46%) degli italiani pianifichi di partire per le proprie vacanze invernali proprio a inizio anno. La funzione Ricerca Ovunque esamina destinazione più popolare per i viaggiatori su Skyscanner a aiuta a trovare l’offerta migliore.
“Che siano piccole fughe per esplorare città europee o lunghi viaggi alla scoperta di mete e culture lontane, l’interesse degli italiani per i viaggi è in aumento di anno in anno: a oggi, ad esempio, è cresciuto del 46% rispetto al 2023 – ha commentato Stefano Maglietta, Travel Expert di Skyscanner -. Nonostante le mete sciistiche rimangano un perno per molti turisti, la voglia di vedere città nuove, sfidando le basse temperature o rincorrendo il clima caldo, sta pian piano conquistando anche noi italiani”.
Tags:

Potrebbe interessarti