Busca: “Evoluzione tecnologica e Ai saranno dirompenti nel turismo”

“Non sono pessimista sull’Egitto”. A parlare è Claudio Busca, della direzione retail del Gruppo Bluvacanze. Esordisce così il manager, commentando il momento contingente che vede – tra i trend – le prenotazioni Mare Italia ancora un po’ in sordina. “Quest’anno non ci saranno grandi scossoni – afferma -, nonostante i prezzi non siano bassi, ci sarà un rincaro non forte come nel 2023, sarà di un +10%”. Uno scenario che induce a pensare che le vendite saranno più sotto data.

Parlando sempre di trend Busca rileva che si sta lavorando “quanto il 2019, forse qualcosa in più. C’è una tendenza importante per le crociere e il lungo raggio che sta andando benissimo. C’è, invece, una stasi sull’estate, che non è ancora partita”.

Interpretare i cambiamenti

Guardando a quelle che sono le attività introdotte dal gruppo distributivo, Bluvacanze – sul fronte fornitori – sta rafforzando il progetto Gold, nel senso che sta rafforzando la partnership con gli operatori. “Abbiamo prodotto più ampio, inoltre il 70% degli accordi commerciali è a tre anni – sottolinea Busca -. Il che permette di avere una visione a lungo termine e dà stabilità alle adv”.

Alla domanda su quale sarà la sfida del 2024, il manager risponde dicendo: “Interpretare bene i comportamenti che ci saranno nei prossimi cinque anni. L’evoluzione dal punto di vista tecnologico e di impatto da parte della intelligenza artificiale sarà dirompente nel turismo”.

Come si sa il gruppo crede in questi strumenti e vede nell’Ai una chance da cavalcare da parte delle adv in quanto andrà a cambiare il modo di lavorare e di fare turismo. Al tema il network ha dedicato gran parte della sua ultima convention lo scorso novembre, dando diversi imput e una dimostrazione pratica di quelli che possono essere gli ambiti di applicazione e i vantaggi che ne derivano.

Parte l’Academy sulla Ai

Per guidare le adv in questo viaggio di scoperta, Bluvacanze ha lanciato l’Academy, che è partita. Sono 18 appuntamenti della durata di un’ora e mezza l’uno. Il riscontro? “Le adv vogliono mettersi in gioco, formarsi, partecipano e fanno tante domande”. Non c’è reticenza quindi ad approcciarsi a questo strumento? Busca osserva che, “quando si viene spinti da un bisogno, che io ho fatto presente durante la convention, se non lo conosci, all’inizio sei spaventato, ma per far passare i timori cerchi di conoscere meglio la novità”. E così sta avvenendo.

In convention il gruppo distributivo ha presentato diversi progetti e idee. Ora sta vivendo “la fase di atterraggio dei progetti lanciati. Abbiamo rilasciato il tool BluBlitz, il tool dei gruppi, stiamo anche lavorando al passaggio a Salesforce da parte di tutta l’azienda”. Una fase concreta quindi per il gruppo e un momento di mercato che vede il manager ottimista.

Stefania Vicini

Tags: ,

Potrebbe interessarti