Neos e il miglior anno di sempre

Previsioni rispettate: il 2023 si chiude con un fatturato di 750 mln di euro e oltre 2 mln di pax, in crescita rispetto al 2022 e al 2019. “L’anno migliore di sempre”, afferma il direttore commerciale di Neos Aldo Sarnataro. La fiamma che si era accesa e il relativo desiderio di muoversi non si sono spenti, lasciando intendere che il “cliente ha riscoperto il valore del viaggio e il suo rappresentare un bene emozionale più che semplice svago”, commenta il manager. Non solo: “Si comincia ad apprezzare il valore della vacanza organizzata”, aggiunge Sarnataro.

Il contratto commerciale

Anche l’immagine di Neos si è modificata: “Prima forse un po’ dietro le quinte dell’intermediazione e legati ai pacchetti, oggi ci viene riconosciuta una certa capacità da tutto il tour operating, quell’esperienza la dobbiamo riversare facendo lo stesso lavoro con le agenzie di viaggi”. Il rapporto con le agenzie si è consolidato: “Il nuovo contratto commerciale (partito il 1° novembre e con decorrenza annuale, ndr) non si basa su commissioni a pioggia, ma fa leva sulla relazione e sulle adv che credono nel nostro progetto, non solo in termini di benefici economici, ma qualitativi”. Una mossa, questa, che presuppone da parte del vettore molto attenzione: “Ascoltare dalle adv cosa serve per venderci meglio e dunque visite dedicate e incontri ad hoc per comprendere come migliorare il lavoro e quali siano le esigenze di ciascun punto vendita”.  Concretamente quanti sono i soggetti coinvolti? “Le prime venti agenzie in Italia”. Obiettivo “spiegare che i rapporti di qualità sono quelli utili a vicenda“. Un lavoro nel quale è compreso anche Welcome: “Vogliamo capire insieme alla rete di casa come agire per crescere sul mondo agenzie”.

La scommessa

La scommessa di quest’anno è il Palermo-New York che decollerà il 9 giugno: “Le prenotazioni stanno andando bene, c’è interesse sia da parte del mercato siciliano sia di quello americano – dice il direttore commerciale -. Un’operazione che consente “di consolidare gli slot a Jfk salendo da 3 a 5 frequenze e di continuare a lavorare sulla comunità italo-americana a Ny e sugli statunitensi che vengono in Italia“.

Intanto i primi dati sull’estate sono positivi, nonostante un “Egitto ad alti e bassi”.

La vicenda Boeing e Ndc

Qualche complicazione dalla vicenda Boeing? “Non ha impattato su di noi, non abbiamo quel tipo di aeromobile. Prosegue, intanto, il lavoro su Ndc “all’interno del rinnovamento dell’intero sistema di gruppo, implementando man mano piccole parti. E’ una materia vasta”.

Nicoletta Somma

Tags:

Potrebbe interessarti