Più voglia di estero, ma con l’occhio al portafoglio: ecco il sentiment degli inglesi
Propensi alle vacanze all’estero ma con maggiore attenzione ai costi. Sono i britannici secondo un’indagine di Travel Weekly, che ha puntato i fari sul sentiment dei cittadini d’oltremanica, rilevando un numero record di consumatori che pianificano vacanze “abroad”.
Sul tema dei costi, il report ha rilevato che tre adulti su cinque (62%) intendono organizzare la propria vacanza principale al di fuori dell’alta stagione, sette punti percentuali in più rispetto a un anno fa. Quasi altrettanti (57%) mirano a prenotare voli più economici quest’anno, la metà a fare meno vacanze (52%), a prenotare alloggi più economici (49%) o a ridurre la durata dei viaggi (44%).
Travel Weekly ha riferito che metà degli adulti britannici (51%) e due terzi di quelli di età compresa tra 25 e 44 anni intendono trascorrere una vacanza all’estero quest’anno, con il 54% che prevede di spendere di più.
La ricerca suggerisce che i prezzi saranno un fattore importante nel processo decisionale dei consumatori quanto la scelta della destinazione, con la metà (48%) che li cita come il fattore che più li influenzerà. Si riscontra inoltre un netto calo della domanda di vacanze al mare, con un terzo (32%) dei vacanzieri che sceglierà una destinazione balneare per il principale viaggio all’estero, in calo di 10 punti percentuali su base annua.
Sono aumentati invece coloro che opteranno per soggiorni in città (20%), vacanze attive (11%), vacanze rurali (10%) o viaggi di gruppo (8%). 
Tags:

Potrebbe interessarti