Isole Vergini Britanniche: riapre Peter Island Resort. Dopo oltre sei anni

Peter Island Resort, nelle Isole Vergini Britanniche, annuncia la riapertura nel 2024. Una notizia attesa nel panorama dell’ospitalità caraibica dopo le chiusure a seguito dei danni subiti nella stagione degli uragani del 2017 alle Isole Vergini.

Peter Island Resort è stato interessato da un profondo intervento di trasformazione durato oltre sei anni. La sua evoluzione comprende sistemazioni rinnovate e nuove strutture all’avanguardia. Ciò che rimane invariato è l’ambiente – rilassato e lussuoso – del resort, il servizio personalizzato, cinque spiagge e centinaia di acri di isola tropicale incontaminata.

La trasformazione di Peter Island Resort

“Dopo oltre sei anni, siamo entusiasti di alzare il sipario sulla trasformazione di Peter Island Resort svelando un nuovo livello di lusso – ha affermato David Van Andel, presidente Peter Island Resort -. Il nostro rifugio su un’isola privata accoglierà gli ospiti con la stessa calda ospitalità caraibica, l’eleganza informale e le meraviglie tropicali naturali che hanno affascinato i visitatori per decenni. Per generazioni abbiamo gestito con orgoglio Peter Island e non vediamo l’ora di accogliere nuovamente gli ospiti sulla nostra isola privata”.

Peter Island Resort conta 52 camere, suite e ville. Ciò che è nuovo e migliorato sono le camere, junior suite e ville con due camere da letto sulla spiaggia a pochi passi dal mare lungo Deadman’s Beach. Un’altra novità è una piscina a sfioro con vista su Deadman’s Beach. La villa di lusso, Falcons Nest, è stata ricostruita e riprogettata sul promontorio che offre una vista a 360 gradi sulle Isole Vergini. Hawks Nest Villa, adagiata sulla collina che domina Sprat Bay, è stata interessata da un importante intervento di ristrutturazione.

Nuovi spazi per il Mice

Peter Island Resort ha esteso gli spazi per meeting ed eventi ed è ora in grado di ospitare gruppi fino a 180 persone con un nuovo centro conferenze di 3.000 piedi quadrati fronte mare, fiancheggiato da spazi all’aperto per eventi e una veranda che si estende per tutta la lunghezza del centro stesso. Situate su un tratto di costa, vicino al nuovo Yacht Club, al ristorante Drunken Pelican e a Sprat Bay, i nuovi spazi dedicati al Mice offriranno una cucina dedicata in loco, spazi interni flessibili e aree esterne panoramiche ideali per eventi, ricevimenti e riunioni.

Sul fronte benessere, la Peter Island Spa è stata riprogettata e rinnovata nella stessa posizione originaria, che si affaccia sulla baia di Big Reef e sul palmeto. La Spa ospiterà sette sale per trattamenti, tra cui due sale per trattamenti di coppia, area di benvenuto e relax, centro fitness, boutique, salone di bellezza e spogliatoi.

Peter Island Yacht Club

Il nuovo Yacht Club si preannuncia come un must negli itinerari di velisti e diportisti con un porto turistico in grado di ospitare una vasta gamma di imbarcazioni: dalle barche a motore, a quelle a vela e ai catamarani, fino ai super yacht da 200 piedi. Situato nel porto di Sprat Bay, lo Yacht Club sarà una destinazione a sé con una piscina riservata agli ospiti dello Yacht Club, il ristorante e il bar Drunken Pelican, la Sea Chest Boutique e un’area ricreativa sportiva con campi da pickleball, basket e bocce e un’area giochi sul prato.

Per proteggere la barriera corallina e la vita marina che circonda l’isola, gli ormeggi saranno situati a White Bay, Sprat Bay, Deadman’s Bay, Key Bay e Little Harbour.

Due nuovi ristoranti casual chic e sofisticati per gli ospiti, sono il Drake Steakhouse, situato sulla spiaggia di Deadman, offrirà una selezione di piatti surf & turf con tocco caraibico, mentre il Drunken Pelican allo Yacht Club servirà piatti più informali.

Tags:

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato