Per Going focus su Giappone e Malesia. Due flyer dedicati

La programmazione 2024 di Going si arricchisce con un focus su Giappone e Malesia, cui il tour operator di Msc Cruises dedica due flyer per mettere in evidenza un prodotto che racchiude le esperienze più richieste per una full immersion nelle tradizioni culturali e nei paesaggi di queste destinazioni amate dai viaggiatori italiani.

Quello italiano, infatti, risulta il secondo mercato del turismo europeo verso il Giappone secondo le ultime analisi di Jnto – Japan National Tourism Organization; inoltre, le facilitazioni della connettività aerea, grazie al code share tra Ita Airways e All Nippon Airways, non potranno che rafforzare il trend.

Quanto alla Malesia, l’arrivo di brand di alto profilo dell’hospitality si allinea alla ricerca di qualità che Going attua in ogni proposta di viaggio, così come la missione della destinazione di essere riconosciuta come “hotpot globale dell’ecoturismo” esprime la volontà di mettere al primo posto il tema della protezione degli habitat naturali come cultura del viaggio.

I due flyer

Il flyer Giappone si presenta con due tour pronti a soddisfare sia viaggiatori che per la prima volta sceglieranno il Sol Levante come meta sia coloro che vogliono approfondire. “I tesori del Giappone” di 12 giorni invita a un colpo d’occhio su antico e moderno, su tradizione e innovazione, contrasti che sempre meravigliano i viaggiatori europei in tour in Oriente: dalle cime del Monte Fuji a Tokyo, dalle terme di Kaga Onsen alla food experience di Osaka, da Hiroshima a Kyoto.

Con “Le meraviglie del Sol Levante”, di 14 giorni, si va più a fondo nella storia millenaria: partendo da Hiroshima, il viaggio tra passato e futuro sull’altissima velocità dei treni Shinkansen prosegue verso Kyoto, Nagoya e Tokyo, lungo l’antica strada commerciale Nakasendo.

L’opuscolo sulla Malesia porta con sé l’itinerario di 9 giorniIl meglio della penisola” dai grattacieli di Kuala Lumpur fino a Penang passando per il Taman Negara National Park, tra le foreste pluviali più antiche del pianeta e il paesaggio collinare delle Cameron Highlands. Infine, un “Grand Tour del Borneo” di 10 giorni che parte da Kuching, capitale del Sarawak, prosegue per Kota Kinabalu, si avventura lungo il fiume Kinabatangan per concludersi a Sepilok e lasciare al viaggiatore la certezza di comprendere una volta per tutte il significato di esperienza totalizzante nella natura.

Per un approfondimento sulla programmazione Oriente del t.o (e non solo) si può leggere l’articolo a questo link.

Tags:

Potrebbe interessarti