L’Ai nuova miniera d’oro. Il mercato supera la soglia dei 66 mld di dollari

Il mercato dell’IA generativa ha superato la soglia dei 66 miliardi di dollari, con Open AI e Meta AI che continuano a dominare con una quota di mercato del 56%. Ad affermarlo è Stocklytics.com in una sua recente analisi da cui emerge che l’intelligenza artificiale generativa è apparentemente la nuova miniera d’oro per i giganti della tecnologia, con startup che nascono ogni secondo. Con oltre 550 tecnologie generative sul mercato, un’ulteriore espansione è inevitabile, dato che le collaborazioni si profilano all’orizzonte.

Crescono le entrate

Secondo Edith Reads, analista finanziario del sito, “l’inizio di ChatGpt nel 2022 è stato il primo tuffo nello sviluppo dell’IA generativa. Da allora, quasi tutti i giganti della tecnologia, da Microsoft a Google ad Amazon, sono saliti sul treno dell’IA generativa. Il recente aumento delle entrate testimonia il crescente interesse di questi titani tecnologici per questo settore. Con l’industria destinata a guadagnare ulteriori consensi, si prevede che il mercato complessivo dell’IA generativa raggiungerà quasi 207 miliardi di dollari entro il 2030, con un Cagr del 20,8%”.

Il ruolo di Microsof

I grandi colossi tecnologici come Microsoft, Google e Amazon hanno svolto un ruolo fondamentale nella proliferazione dell’IA generativa.

Per quanto riguarda Microsoft è in prima linea con i suoi investimenti in Open e Meta AI. Il peso massimo di Washington ha dato un notevole contributo allo sviluppo di ChatGpt di Open AI. Controlla quasi il 50% delle azioni della società. Di conseguenza, il suo coinvolgimento ha incrementato le vendite dei prodotti Microsoft.

La presentazione della nuova funzione Copilot, Microsoft Dynamics 365, è stata accolta con molto ottimismo e con incorporazioni significative nei pacchetti Word ed Excel. Alla fine del 2023, Microsoft ha raggiunto il traguardo dei 3.000 miliardi di dollari e gli analisti citano le partnership di IA generativa come un contributo significativo.

Era il 18 luglio del 2023 quando, in collaborazione con Microsoft, Meta ha rilasciato Llama 2. Il modello linguistico open-source di grandi dimensioni offre una gamma di funzioni più ampia rispetto a ChatGpt e ha prestazioni migliori. Questo è particolarmente vero per applicazioni come l’assistenza clienti o le istituzioni educative. Inoltre, Microsoft si è posizionata strategicamente nel mezzo delle due IA dominanti, ponendosi in una posizione eccellente per gli sviluppi futuri di questa tecnologia.

Google e Amazon collaborano con Anthropic

Il coinvolgimento di Google nell’intelligenza artificiale è avvenuto con il lancio di Bard AI, il suo modello di IA generativa. Poi l’azienda ha iniziato a offrire altre funzionalità come Duet, che consente agli utenti di utilizzare Gen Ai attraverso il suo Google Workspace. Il gigante tecnologico ha inoltre siglato una partnership con Anthropic. Le due aziende stanno collaborando sulla tecnologia cloud e Anthropic sta implementando su scala TPU v5e – l’acceleratore AI più versatile, efficiente e scalabile di Google Cloud – riporta l’articolo.

Amazon ha siglato la partnership con Anthropic, sostenuta da Alphabet, alla fine del 2023. A seguito di ciò Anthropic utilizzerà ora Amazon Web Services (Aws) come fornitore principale di cloud, ma utilizzerà anche i chip di Amazon per addestrare i futuri modelli di IA generativa. Inoltre, Anthropic Pbc prevede di raggiungere 850 milioni di dollari di fatturato annualizzato entro la fine del 2024.

Tags: , , , ,

Potrebbe interessarti