La Costa Blanca si presenta a Roma

E’ Alicante, la destinazione più famosa di tutta la Costa Blanca ed è stata presentata a Roma in collaborazione con Wizzair. Gonzalo Ceballos, responsabile dell’ente del turismo spagnolo a Roma, ha tenuto a sottolineare che il legame tra Italia e Spagna è ogni anno più forte.

“Il 2023 ha chiuso con 4,8 milioni di turisti italiani, il 20% in più rispetto all’anno precedente. Così l’Italia è diventata il quarto Paese per quanto riguarda il numero di presenze internazionali e il terzo per quanto riguarda i collegamenti aerei. Da aprile – ha aggiunto – da Fiumicino ci sarà un nuovo volo operato da Wizzair verso Alicante. La provincia di Alicante e la Costa Blanca offrono ai turisti infinite possibilità: dalla cultura alla natura, alle spiagge bandiera blu, senza trascurare la gastronomia e lo sport e quanto serve per una indimenticabile vacanza”.

La Costa Blanca

Jose F. Mancebo, direttore dell’ente del turismo della Costa Blanca, ha spiegato nel dettaglio la Costa Blanca. “Vanta una posizione strategica nel Mediterraneo, situata a Sudest della Spagna, La Costa Blanca è una destinazione molto apprezzata grazie al clima, alle infrastrutture e alle risorse naturali ed è la regione spagnola che vanta più residenti stranieri. Grazie ai numerosi alberghi di diversa tipologia aperti tutto l’anno, la Costa Blanca è richiesta anche per congressi ed eventi business. Non mancano i parchi tematici, acquatici e i parchi naturali che attirano la fascia delle famiglie che, volendo, possono indirizzarsi verso i campeggi che sono di qualità comprovata sia sulla costa che nell’entroterra, così come gli appartamenti o le case rurali per chi vuole soggiornare a lungo. Da non sottovalutare la gastronomia che si è imposta in questi anni, conquistando stelle Michelin anno dopo anno. Sole e spiaggia sono i nostri prodotti più famosi e conosciuti. Quando parliamo di diversi prodotti turistici – ha concluso Jose F Mancebo – ci riferiamo a tutte le tipologie di turismo che si possono realizzare sulla costa Blanca: dal turismo attivo, a quello culturale con 3 patrimoni Unesco, al Mice”.

Annarosa Toso

Tags: ,

Potrebbe interessarti