La Jamaica investe. Obiettivo 5 mln di visitatori entro il 2025

La Jamaica continua ad investire per divenire sempre più una destinazione turistica all’avanguardia, grazie a due hub aeroportuali e connessioni aeree sempre maggiori per raggiungere la destinazione caraibica. Il Sangster International Airport (Sia) di Montego Bay ha iniziato un percorso di miglioramento dell’esperienza dei passeggeri attraverso nuove soluzioni tecnologiche, l’implementazione di innovazioni nell’area check-in e nei sistemi di elaborazione dei passeggeri.

Contemporaneamente, l’aeroporto Norman Manley International di Kingston ha accolto il volo inaugurale “Irie” di InterCaribbean Airways proveniente da Barbados, rafforzando le connessioni aeree e aprendo nuovi orizzonti per i viaggiatori.

Un connubio di tecnologia e partnership strategiche che promettono di migliorare l’esperienza di chi sceglie la Jamaica come meta turistica.

Il volo inaugurale “Irie” 

Lo scorso 6 febbraio, oltre 70 persone tra passeggeri ed equipaggio sono arrivate in Giamaica a bordo del volo inaugurale operato da InterCaribbean Airways, partito da Bridgetown, Barbados, a Kingston. Il volo “Irie”, così chiamato in onore del compleanno della leggenda musicale Bob Marley e del 32° anniversario della compagnia aerea, ha ricevuto un caloroso benvenuto all’aeroporto Norman Manley International da parte dei rappresentanti del settore turistico.

“Questo nuovo volo ci offre una maggiore opportunità di contatto con i Caraibi. Siamo impazienti di aumentare la gateway connectivity, che a sua volta contribuirà al nostro obiettivo di raggiungere cinque milioni di visitatori entro il 2025“, ha dichiarato Edmund Bartlett, ministro del Turismo della Giamaica. 

Il direttore del Turismo del Jamaica Tourist Board, Donovan White, ha espresso il proprio entusiasmo per il nuovo volo da Barbados: “Nell’intraprendere tale progetto, è importante riconoscere l’importanza di questo nuovo collegamento aereo. La Jamaica e le Barbados offrono al mondo paesaggi, culture vivaci e una calorosa ospitalità che incarna lo spirito caraibico. Insieme, i due Paesi saranno in grado di offrire ai visitatori un’esperienza caraibica straordinaria”.

La compagnia aerea opererà voli settimanali non-stop da Bridgetown, Barbados, all’aeroporto Norman Manley International di Kingston il lunedì, mercoledì e venerdì, con voli di ritorno il martedì, giovedì e sabato.

Gli investimenti in tecnologia

Mjb Airports Limited guida il miglioramento dell’esperienza di viaggio dei passeggeri al Sangster International Airport di Montego Bay, il principale gateway della nazione, rinomato per essere uno degli aeroporti più grandi e moderni dei Caraibi.

Tra le sue ultime iniziative, l’aeroporto ha effettuato interventi di aggiornamento dell’area check-in e dei sistemi di elaborazione dei passeggeri, ponendo le basi per soddisfare le crescenti richieste dei passeggeri e, al contempo, ottimizzando l’efficienza operativa.

L’introduzione degli Automated Border Control Systems o E-gates è un significativo miglioramento nel ridurre i tempi medi di gestione durante le ore di punta. In questa finestra temporale, che comprende circa l’80% dei voli giornalieri, si è registrato un notevole miglioramento in termini di efficienza di elaborazione delle pratiche di immigrazione.

Oltre agli E-gates, Mbj ha ultimato la sostituzione e l’aggiornamento dei Common-Use Passenger Processing Systems. Questa iniziativa comprende l’integrazione di postazioni Cuss (Common Use Self-Service), che migliorano il livello di esperienza dei passeggeri snellendo i processi di check-in. Inoltre, sono stati aggiornati i Flight Information Systems, affinché forniscano aggiornamenti in tempo reale ai passeggeri, ed è stata implementata una directory interattiva del terminal per migliorare la consultazione da parte dei passeggeri in attesa dei voli in partenza.

L’a.d. di Mbj Airports Limited, Shane Munroe, ha dichiarato che i miglioramenti non solo ridurranno le attese dei passeggeri, ma getteranno anche le basi per un aeroporto all’avanguardia, in grado di soddisfare la crescente richiesta di trasporto aereo. “L’implementazione di questi sistemi tecnologici rappresenta un significativo passo avanti nei nostri sforzi per ridefinire l’esperienza di viaggio dei passeggeri”, ha affermato Munroe.

Mbj Airports Limited ha speso oltre 326 milioni di dollari negli ultimi vent’anni per potenziare ed ampliare le infrastrutture del Sangster.

Tags:

Potrebbe interessarti