I turisti cinesi tornano in Europa. L’analisi di preferenze e sentiment sui canali social

Il ritorno dei flussi di turisti cinesi in Europa, le preferenze in termini di Paesi più conosciuti e apprezzati, la risposta del sistema aeroportuale, sono i temi emersi durante “A conversation with Sea Milan Airports: il ritorno del turismo cinese in Italia”, l’appuntamento promosso da Retex China che ha visto la partecipazione di Sea Milan Airports ospitato nell’headquarters milanese della MarTech Company Retex, alla presenza di Martina Riva, assessora allo Sport, al Turismo e alle Politiche Giovanili del Comune di Milano.

I cinque Paesi europei più visitati

Nel 2019 la Cina rappresentava il più grande mercato turistico al mondo, con 170 milioni di viaggi outbound. Per il 2024, le previsioni parlano di un superamento dei livelli pre-pandemici e della piena ripresa del turismo cinese.

Secondo l’analisi condotta da Retex China, team di consulenza strategica specializzato nel supportare i brand occidentali nell’internazionalizzazione digitale sul mercato cinese attraverso servizi dedicati per lo sviluppo del marchio e del go-to-market, nella top 10 di Ctrip i 5 Paesi europei più popolari e visitati nel 4° trimestre 2023 sono Francia, Italia, Regno Unito, Spagna, Svizzera.

Grazie a Iconic Social Intelligence (soluzione proprietaria di Retex che, partendo dall’analisi delle sei principali piattaforme social endogene, restituisce insight su tendenze, conversato online e sentiment rispetto ai brand, ai loro prodotti, servizi e ai loro competitor) Retex China ha effettuato un’analisi quali-quantitativa, prendendo in esame i volumi delle citazioni e il sentiment del conversato generati attorno alle destinazioni più citate nelle 5 country analizzate.

Le dinamiche delle destinazioni europee

Dal report emerge come ogni destinazione europea presenti dinamiche uniche per l’industria del turismo cinese. Viene fatto presente che in Cina gli influencer godono di popolarità, sono testimonial indiscussi nella promozione delle destinazioni turistiche. La quasi totalità dei contenuti con più commenti, like e interazioni risulta pubblicata da influencer, o da brand che collaborano con influencer.

La Francia registra il coefficiente netto di gradimento (Net Sentiment Rate – NSR) più alto (83% circa), trainato principalmente da conversazioni legate alla moda, ai suoi eventi e lanci prodotto, e all’iconicità delle sue attrazioni turistico-culturali, in generale molto amate e apprezzate dai cinesi.

A seguire, la Svizzera (NSR decisamente alto, pari a 82,5%) registra una tipologia di conversazioni di viaggio molto specifica, che premia le esperienze di turismo open-air e testimonia l’apprezzamento crescente nei confronti della natura da parte dell’utenza cinese.

Il gradimento verso l’Italia

Similmente alla Francia, in termini di tipologia delle conversazioni, principalmente guidate dall’industria della moda, dalle sfilate, da monumenti, musei e luoghi d’arte, l’Italia segna un considerevole gradimento (NSR del 80%) con il Colosseo a Roma, il Duomo e Piazza del Duomo a Milano, rispettivamente al primo, secondo e terzo posto della “top 10 destinations” più ricercate su Ctrip.

Il valore delle serie tv

I turisti cinesi amano visitare i luoghi in cui vengono girate le serie televisive e che sono legati alle celebrità. È così che la Spagna si classifica con un buon gradimento (NSR del 77%) ma, soprattutto, registrando un balzo in avanti nel numero di conversazioni, triplicato in un solo anno grazie all’hype generato sulla piattaforma social cinese Little Red Book e da topic legati ad arte, architettura, viaggi e lifestyle.

Chiude la top 5 il Regno Unito, che segna un calo nel gradimento (NSR del 43% rispetto al 71% del 2022) a causa della controversia con il British Museum per la restituzione di opere culturali cinesi, innescata dalla scomparsa di tesori d’arte (rubati o danneggiati) nel museo londinese.

Un’opportunità per Milano

“Il ritorno del turismo cinese, dopo lo stop del periodo pandemico, è un’eccezionale notizia per la nostra città – afferma l’assessora al Turismo del Comune di Milano Martina Riva -. La rilevanza della Cina nello scacchiere mondiale è di tutta evidenza e uno scambio sempre più assiduo tra le nostre due culture non può che rappresentare un’opportunità da cogliere al volo. Milano, punto di riferimento internazionale per quanto riguarda, tra le altre cose, il fashion, il design, la tecnologia e il food, ha tutto ciò che occorre per catturare l’attenzione anche di questo segmento del mercato. Del resto, la circostanza che il Duomo, con la sua piazza, si sia posizionato ai primi posti della Top 10 destinations di Ctrip è una chiara conferma dell’attrattività e della riconoscibilità della nostra città ormai anche oltre i confini europei. Come è noto, il 2023 è stato il miglior anno di sempre per il turismo a Milano: anche grazie a questa ulteriore buona notizia, puntiamo adesso a migliorare ulteriormente questo record, già di per sé eccezionale”.

Milan Airports su WeChat

“I passeggeri provenienti dalla Chinese Region sono per noi di fondamentale importanza ed è altrettanto fondamentale instaurare con loro un dialogo continuativo sui canali ai quali sono abituati, utilizzando i loro stessi codici comunicativi – commenta Marina Abatista, digital retail & marketing automation manager di Sea Milan Airports –. È per questa ragione che abbiamo riattivato il canale ufficiale Milan Airports su WeChat, come primo passo di una strategia di più lungo periodo”.

L’apporto di Retex China

“Retex China affianca i brand delle diverse industry con consulenze mirate e soluzioni innovative, che trasformano l’esperienza di viaggio in un percorso di crescita personale. – dichiara Fabiana Alcaino, head of digital & business performance di Retex China –. I turisti rientrano in Cina dopo aver gustato la ricchezza e la diversità del vivere italiano nelle sue molteplici sfaccettature, dalla gastronomia alla moda, dal design alla cultura e diventano ferventi ambasciatori di queste esperienze. Grazie all’unicità delle nostre competenze e della nostra conoscenza del mercato cinese, alle solide alleanze con le principali piattaforme digitali locali, all’impiego di tecnologie d’avanguardia e alla presenza di un ufficio a Shanghai, Retex China è in grado di fornire ai brand una visione approfondita e dettagliata dell’ecosistema cinese. La nostra operazione si configura come un ponte culturale, costruito sulla comprensione, l’accettazione e l’integrazione di una cultura distintiva, con la tecnologia come fulcro abilitante di un dialogo costante e significativo”.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti