In Jamaica sulle orme di Bob Marley



In occasione del debutto nei cinema italiani del film "Bob Marley: One Love" dedicato alla leggenda della musica reggae, nasce un itinerario di viaggio che ripercorre i luoghi legati alla vita dell’artista e che permette di immergersi nello spirito e nelle bellezze della Giamaica. L’itinerario parte proprio dal Sangster International Airport (SIA) di Montego Bay dove è possibile mangiare nel primo ristorante al mondo con il marchio del cantautore giamaicano, chiamato proprio "Bob Marley - One Love", prima di arrivare alle incantevoli spiagge di Montego Bay con la vivace vita notturna e i ritmi caraibici del Margaritaville, sede dal 14 al 20 luglio del Reggae Sumfest. La tappa successiva è Negril, conosciuta come la "perla dei Caraibi dove è possibile ascoltare la migliore musica dal vivo al Rick's Cafè, rigorosamente all'aperitivo per godersi il tramonto. Il viaggio prosegue a Nine Mile, il pittoresco villaggio incastonato tra le colline di St.Ann, dove il Re del Reggae è nato il 6 febbraio 1945. Qui i viaggiatori potranno esplorare la casa natale di Bob Marley che conserva intatta l'atmosfera degli anni '40 e custodisce ancora oggi il suo corpo. Da Nine Mile, il viaggio prosegue verso la capitale Kingston dove la casa al 56 di Hope Road è diventata un museo-santuario che celebra la vita e l'eredità del cantante; da non perdere il quartiere di Trenchtown sempre a Kingston, luogo di ispirazione per la famosissima "No Woman, No Cry", che ospita il Culture Yard, un’ esposizione di memorabilia reggae e rasta.