Wttc: il travel raggiungerà i 9,5 trilioni di dollari

Il Wttc ha recentemente fornito una previsione ottimistica per il settore globale dei viaggi e del turismo, indicando una ripresa significativa vicina ai livelli economici pre-pandemia. Mentre i Paesi continuano a riprendersi dagli impatti devastanti causati dal Covid-19, si prevede che il settore raggiungerà la cifra di 9,5 trilioni di dollari entro la fine del 2023. Questa ripresa è attribuita al graduale ritorno dei turisti internazionali, in particolare dalla Cina, e a una ripresa più forte del previsto in diverse regioni.

Chi guida la ripresa

Con un’impressionante inversione di tendenza, 34 dei 185 Paesi analizzati hanno già visto i loro settori turistici riprendersi o superare il loro contributo al Pil rispetto ai livelli pre-pandemia entro la fine del 2022. A guidare la ripresa sono gli Stati Uniti e la Repubblica Dominicana, ma si prevede che almeno altri 50 Paesi raggiungeranno traguardi simili entro fine 2023.

Secondo il Wttc, il Nord America e l’America Latina sono sulla buona strada per la piena ripresa entro la fine dell’anno, mentre Europa, Medio Oriente, Africa e Asia Pacifico sono pronti per una ripresa completa nel 2024, i Caraibi dovrebbero arrivarci entro il 2025.

Nonostante la robusta crescita del settore, raggiungere il numero di viaggi pre-pandemia rimane una sfida a causa dell’inflazione e dell’aumento dei costi di viaggio che influiscono sul comportamento dei consumatori. Si prevede che fattori come tariffe aeree e alberghiere più elevate, insieme alle continue interruzioni dei viaggi e alle preoccupazioni geopolitiche, limiteranno le attività di viaggio nel 2023. Tuttavia, il Wttc rimane ottimista sulla resilienza del settore e sulla sua capacità di affrontare queste sfide in modo efficace.

Prospettive future e crescita dell’occupazione

Guardando al futuro, il Wttc prevede un futuro luminoso per il settore dei viaggi e del turismo, con un’occupazione stimata di circa 430 milioni di persone a livello globale entro il 2033. Questa crescita significa non solo un recupero ai livelli pre-pandemici in termini di contributi economici, ma anche un sostanziale aumento delle opportunità occupazionali nel settore.

La ripresa e la crescita previste sottolineano il ruolo fondamentale del settore nello sviluppo economico globale e nella creazione di posti di lavoro, evidenziando l’importanza del sostegno continuo e degli investimenti nelle infrastrutture e nei servizi turistici.

Tags:

Potrebbe interessarti