Boeing in ritardo sulle consegne a Ryanair: il vettore taglia l’operativo

Boeing consegnerà a Ryanair solo 40 dei 57 aeromobili B737-Max8200 previsti entro la fine di giugno 2024. Ad annunciarlo è stata la compagnia aerea, il cui  programma per la stagione estiva si basava sulla consegna di almeno 50 aeromobili.

Ora la compagnia “dovrà tagliare – si legge in una nota – circa 10 aeromobili previsti per i mesi estivi di luglio, agosto e settembre. Ciò comporterà alcune lievi modifiche all’operativo, all’interno della propria flotta di 600 aeromobili, con riduzioni di frequenze sulle rotte esistenti, piuttosto che tagli alle nuove rotte”.

Ryanair ha già implementato questi tagli presso alcuni dei propri aeroporti con i costi più elevati, in particolare Dublino, Milano Malpensa, Varsavia Modlin e 4 scali portoghesi, dove i costi stanno aumentando più velocemente dell’inflazione nel 2024. Tutti i passeggeri interessati hanno già ricevuto notifiche relative al cambio della pianificazione del proprio volo, le alternative di orario o il rimborso completo, nel caso lo preferiscano.

Ryanair “si rammarica per questi 10 Boeing che verranno consegnati in ritardo – prosegue la nota – e prevede che queste ulteriori modifiche alla pianificazione estiva 2024 ridurranno il traffico passeggeri per l’anno fiscale (marzo 2025) a poco meno di 200 milioni, rispetto all’obiettivo originale di 205 milioni. Ryanair lavorerà con Boeing per la consegna degli aeromobili durante i mesi di picco di luglio, agosto e settembre 2024, ma date le incertezze, non sarà in grado di mettere in vendita i posti su questi aeromobili per la stagione estiva 2024”.

Il ceo del gruppo, Michael O’Leary, ha dichiarato:  “Siamo molto delusi da questi ultimi ritardi nelle consegne, ma continuiamo a collaborare con Boeing per massimizzare il numero di nuovi aeromobili B737 che riceveremo entro la fine di giugno, che potremmo quindi mettere in vendita durante il picco della stagione estiva 2024. Lavoreremo ora con Boeing per ricevere le consegne ritardate degli aeromobili nei mesi di agosto e settembre 2024 ed aiutarli a ridurre gli arretrati”.

Il ceo ha aggiunto: “Ci scusiamo per eventuali disagi causati ad alcuni clienti ed ai nostri partner aeroportuali da queste modifiche forzate all’operativo. Boeing continua ad avere il pieno sostegno di Ryanair mentre affronta queste sfide temporanee, e siamo fiduciosi che il team, guidato da Dave Calhoun (ceo) e Brian West (cfo), risolverà questi ritardi nella produzione ed i problemi relativi al controllo di qualità sia a Wichita che a Seattle. Prevediamo che questi ultimi ritardi nelle consegne di Boeing, che purtroppo sono al di là del controllo di Ryanair, uniti alla messa a terra fino al 20% delle flotte Airbus A320 dei nostri concorrenti in Europa, porteranno una capacità più limitata e tariffe aeree leggermente più alte per i consumatori in Europa nell’estate del 2024. Invitiamo quindi tutti i clienti di Ryanair a prenotare in anticipo per garantirsi le tariffe aeree più basse disponibili per l’estate del 2024.”

Tags: ,

Potrebbe interessarti