Ryanair, attacco frontale a eDreams: “E’ la regina delle Ota pirata”

Un altro attacco frontale di Ryanair a eDreams. Il vettore irlandese ha infatti pubblicato l’edizione di marzo del suo sondaggio sulle Ota pirata, che vede eDreams prima in classifica a causa del “ricarico del 135% (23,50 euro) per la scelta del posto, che costa solo 10 euro su ryanair.com”, come spiega la compagnia aerea in una nota.

È la seconda volta che eDreams viene nominata Ota pirata del mese, dopo “essere stata smascherata – prosegue la nota – dal sondaggio di gennaio di Ryanair per aver addebitato ai consumatori un prezzo eccessivo del 125% per la scelta del posto. Ryanair continua a mobilitarsi affinché tutti i consumatori siano protetti dalle truffe delle Ota pirata, dai sovrapprezzi e dalle tariffe inventate, e invita nuovamente i governi di Regno Unito e Spagna e le agenzie dei consumatori dell’Ue ad agire per fermare la pirateria delle Ota e le truffe nei confronti dei consumatori”.

“Questo mese – commenta Dara Brady, director of marketing, digital & communications del vettore – si ripete il sondaggio sulle Ota pirata del mese, che vede smascherare eDreams come la più grande Ota pirata di marzo, poiché fa pagare ai clienti ignari uno scandaloso 135% in più per la scelta del posto. Anche Opodo continua a ingannare i suoi clienti con sovrapprezzi del 129% per un bagaglio da 10 kg che costa solo 23,84 euro su ryanair.com. Opodo addebita inoltre una tariffa ‘premium’ di 17,99 euro – un ‘servizio’ che non esiste, e Gotogate.com addebita una commissione fraudolenta di 65 euro per una tariffa di ‘rimborso’ su un biglietto Ryanair non rimborsabile”.

Brady aggiunge che “è inaccettabile che, nonostante queste Ota pirata abbiano ripetutamente gravato di costi e truffato consumatori ignari, i governi del Regno Unito e della Spagna e le agenzie dei consumatori dell’Ue non abbiano ancora intrapreso alcuna azione per proteggere i consumatori da queste truffe perpetrate da Ota pirata. Ryanair continuerà a condurre una campagna contro queste Ota pirata, esponendo la loro pirateria digitale e le truffe sui prezzi eccessivi e continuerà a chiedere che queste Ota pirata siano messe fuori legge e che venga posta una fine alle loro truffe anti-consumatore”.

Tags: , , ,

Potrebbe interessarti