Un nuovo porto turistico per Ustica

Il programma di sviluppo della società Iside Salus per Aquam – controllata al 100% da Todaro Group – che ha acquistato il villaggio Punta Spalmatore, prevede lo studio progettuale del nuovo porto turistico di Ustica, dove sarà inserita anche la stazione di sperimentazione dell’università di Palermo. al fine di valorizzare la nautica da diporto.

Opera attesa

“Ustica – spiega Angelo Todaro, ceo di Iside Salus per Aquam – diventerà una delle mete preferite dagli stimatori della biodiversità, degli italiani, palermitani in primis, e dei turisti internazionali. La zona Nord-Ovest di questa splendida isola sarà interessata dalla realizzazione di un porto turistico, dove è prevista anche la nascita di un importante sito di sperimentazione. Il progetto in fase embrionale prevede che per la costruzione del bacino si intervenga su 100mila metri quadrati complessivi, di cui 20mila riguardano la diga foranea, i pontili e le aree dei servizi di terra”.

“Riguardo le tempistiche – aggiunge – penso che l’iter autorizzativo possa concludersi nel giro di 15/18 mesi. Poi ne serviranno altri 25 per la realizzazione . Tra i servizi che verrano posti in essere, anche la pulizia dello specchio d’acqua portuale, la stazione meteorologica, la sorveglianza dell’intera area, la mobilità con mezzi elettrici . Del resto, si tratta di un’opera di riqualificazione molto attesa dai cittadini usticesi nonché degli ospiti dell’isola che garantirà all’isola un’ulteriore possibilità di sviluppo turistico ed economico” .

Tags: , ,

Potrebbe interessarti

Nessun articolo collegato